PdL, Alfano: tutti con Silvio, Berlusconi non molla

Angelino Alfano, vicepremier e segretario del Popolo della Libertà, intervenuto a “Controcorrente”, l’iniziativa promossa a Sanremo da “Il Giornale”, a proposito della vicenda che riguarda Silvio Berlusconi e di cui si discute da settimane, ha detto: “Dobbiamo fare di tutto perchè l’opinione pubblica italiana capisca che non c’è in gioco il destino di un uomo, ma si vuole colorare la fine della seconda repubblica con gli stessi colori giudiziari della fine della prima. Allora Berlusconi sparigliò i giochi, vogliono riprovarci, e io con la massima pacatezza dico che nel ’94 si ritrovarono Silvio Berlusconi, oggi se lo troveranno ancora davanti". Per Alfano, “i mesi prossimi dimostreranno che neanche in questo caso sono riusciti ad abbattere per via giudiziaria” il Cavaliere. Il segretario azzurro si rifiuta “di penssare che si possa privare della propria libertà Silvio Berlusconi che ha sempre servito il Paese e non si e’ mai servito del Paese". "Io sono molto ottimista ho la convinzione che il futuro e’ dei moderati ancora una volta ce la faremo e la sinistra non vincerà". "Oggi siamo in vantaggio in tutti i sondaggi elettorali", ha sottolineato l’esponente PdL, che parlando dell’imminente nascita della nuova Forza Italia, ha aggiunto: "Sono convinto che supererà il record del 2001".

"Alle prossime elezioni la riforma della giustizia campeggerà tra le priorità a caratteri cubitali”, perché “un paese dove la giustizia non funziona e’ paese non pienamente libero". "Siamo per ridurre la spesa pubblica improduttiva e il debito pubblico per diminuire le tasse. Noi ci abbiamo sempre provato e in alcuni frangenti ci siamo anche riusciti. Se vinceremo ancora una volta l’obiettivo strategico e’ diminuire il carico fiscale".

Per Alfano, sinistra e grillini "stanno trattando la vicenda della decadenza del leader del centrodestra italiano, come se fosse la finale di Coppa del Mondo, come se dovessero alzare una macabra coppa. Tutto ciò ci pare davvero insopportabile e inaccettabile e speriamo davvero in un ravvedimento del comportamento".

Altri governi in questa legislatura? Il PdL dice no. “Noi non accettiamo di avere altri governi in questa legislatura": quelli del Pd "si tolgano dalla testa transfughi" del Pdl "disponibili a fare gli stupidi sostenitori di un governo di sinistra". "Noi siamo molto responsabili e al tempo stesso molto orgogliosi, non permetteremo che il nostro orgoglio sia calpestato da chi ha sempre perso, da chi ha cambiato leader e da chi non ha centrato l’obiettivo di vincere le elezioni".  "Il Pdl e’ un monolite a difesa di Silvio Berlusconi, noi siamo qui a rivendicare le buone cose della nostra storia e per un futuro migliore".

Noi del PdL, prosegue Alfano, “abbiamo inciso fortemente nell’agenda del governo, abbiamo cambiato volto a Equitalia, reso impignorabile la prima casa, abolito l’Imu e adesso dobbiamo trovare i soldi per non aumentare l’Iva. O noi stiamo nel governo per realizzare questo programma o non ci stiamo”.

C’è tempo anche per una frecciatina nei confronti dei parlamentari grillini: “Qualcuno di voi ha sentito proposte da parte del Movimento 5 Stelle? Sono stati troppo impegnati a raccogliere scontrini e a salire sul tetto della Camera. Non hanno avuto tempo di fare proposte per il Paese. Continueranno a raccogliere scontrini".