Paola Taverna: “Sono tutti conto il M5S, che abbiamo fatto di male?”

“Berlusconi in Europa? Una sceneggiata. Gentiloni dovrebbe dimettersi. Spelacchio più visitato del Colosseo”

Paola Taverna su Radio Cusano Campus a proposito di parlamentarie: “Mi dite che sono stata la donna più votata? Ne sono felice, se è così sono contenta. Non abbiamo ancora la specifica dei voti che abbiamo preso. Però è stato un buon risultato”.

Su Berlusconi in Europa: “Si vede che l’Europa ha deciso che andava bene Berlusconi visto che poi gli ha permesso di fare quello che voleva. A me viene da ridere, ogni volta che rivedo queste facce che si ripropongono in cui erano note per ben altre figure. Berlusconi in Europa era l’emblema delle brutte figure dell’Italia, ora vederlo esaltare degli stessi che l’hanno commissariato quando misero Monti mi pare una grande sceneggiata. Queste persone hanno credibilità zero e valenza politica meno uno. E se all’Europa va tanto bene Berlusconi, gli italiani si domandassero come mai. La Merkel vedeva Berlusconi come l’ignorante al suo cospetto, così lo trattava, così lo gestiva a livello politico. Oggi si ripresenta, incandidabile, non potrà mai essere Premier, parla di evasione fiscale dopo essere stato condannato per frode. Hanno solo una grande forza mediatica che sostiene le loro menzogne. Qui c’è una gestione dell’informazione che fa spavento”.

Sul programma pentastellato: “E’ bellissimo. Però quando agli italiani proponi delle cose che si possono fare, hanno ormai un retaggio per cui qualunque cosa viene proposta da un politico in realtà non verrà realizzata mai. Tutto quello che si sono sentiti promettere negli ultimi 30 anni non è stato mai fatto, ora il Movimento Cinque Stelle paga in parte l’incredulità delle persone, perché siamo una forza politica che le cose che dice le fa”.

Sulla Boschi: “Ancora gira la Boschi. Ce la ritroveremo ancora, dopo tutto quello che è successo con le banche e la riforma costituzionale. Quella era una persona che doveva ritirarsi in silenzio e chiedendo scusa. E invece ce la ritroviamo nelle liste e sarà di nuovo in Parlamento. A fare cosa?”.

Su Gentiloni: “Il buonsenso dice che dovrebbe dimettersi. Facile fare campagna elettorale mentre stai facendo il Premier. Da Premier sta facendo campagna elettorale. Se la cantano e se la suonano. Sta facendo campagna elettorale. Il loro unico obiettivo è parlare male del Movimento Cinque Stelle. Non dice nulla su Berlusconi. Ma il Pd col 20% può dire al Movimento Cinque Stelle che non ha i numeri per governare?”.

Sui media: “Ma che colpa abbiamo noi del Movimento Cinque Stelle? Che cosa abbiamo fatto di male per essere descritti come lo spettro del Paese? Siamo stati mesi e mesi in televisione e su tutti i giornali con Spelacchio a Roma e non si è detta mezza parola su De Benedetti che ha guadagnato 600.000 euro con una telefonata di Renzi. Ma scherziamo? Ci hanno fatto un favore, gli italiani ormai iniziano ad accorgersene, Spelacchio è stato più visitato del Colosseo. Però è scandaloso. E sono stanca”.

E ancora: “Io a casa non mi sono portata niente da questa legislatura. Sono andata due volte in ospedale e mi sono giocata la colicisti, perché mi sono anche operata. Io lavoro da quando ho 18 anni, sono stufa di ascoltare queste persone che hanno solo chiacchierato e non hanno mai fatto niente. Io sono sicura, non ci andremo a Governare, quando inizieremo a mettere i puntini sulle I su tutto quello che abbiamo detto, poi ricominciamo a parlare”.