Morto Franco Fatiga (UIL): il ricordo e il cordoglio di Porta (Pd)

“La Unione Italiani nel Mondo – scrive Fabio Porta, ex deputato dem, sui social - sarà sempre riconoscente all'entusiasmo e alla lungimiranza di Franco”

foto: Desiderio Peron

E’ morto Franco Fatiga, dirigente della Unione Italiana del Lavoro. Nella confederazione sindacale ha ricoperto diversi importanti incarichi, a livello regionale e nazionale. Un impegno sempre caratterizzato dalla passione con la quale Fatiga ha seguito le questioni internazionali, divenendo un riferimento per tante battaglie nel campo dell’immigrazione e dell’emigrazione. Tra i fondatori della UIM (Unione Italiani nel Mondo) della quale fu uno dei primi dirigenti, divenne anche membro del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero in rappresentanza della UIL. Lo ricorda in un emozionato post su Facebook Fabio Porta, coordinatore Pd Sud America, che per tanti anni ha condiviso con Fatiga la comune militanza sindacale.

“Voglio ricordare e rendere un omaggio ad un amico e ad un compagno, Franco Fatiga. Storico dirigente della UIL, ha sempre unito il suo impegno nella nostra organizzazione sindacale con una speciale attenzione alle relazioni internazionali e al rapporto con le comunità italiane nel mondo. La Unione Italiani nel Mondo – prosegue Porta, ex deputato dem – sarà sempre riconoscente all’entusiasmo e alla lungimiranza di Franco, la cui simpatia e schiettezza hanno varcato i confini delle strutture nelle quali ha militato e della città e del Paese che ha tanto amato. Grazie, Franco, per la generosità, il coraggio e la passione che hai messo in tutte le battaglie che hai condotto e nelle avventure che hai vissuto. Ti sia lieve la terra. RIP”.