Mattarella saluta gli italiani nel mondo, soddisfazione degli eletti all’estero

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso di insediamento nell’aula della Camera ha rivolto un pensiero anche agli italiani residenti all’estero. Soddisfatti i rappresentanti degli italiani nel mondo che siedono in Parlamento.

Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare eletto nella ripartizione estera Europa, ha “apprezzato molto il saluto rivolto alle comunità italiane oltreconfine”, per Di Biagio “segno ulteriore di una sensibilità che già lo identifica come il presidente di tutti”. A Mattarella il senatore rivolge “i miei migliori auguri per questo settennato che si presenta denso di sfide”.

RICKY FILOSA (MAIE): SALUTO A ITALIANI ALL’ESTERO GESTO IMPORTANTE

Per Renata Bueno, eletta con l’USEI in Sud America e residente in Brasile, “è stata una grande emozione quando il presidente Mattarella ha rivolto un saluto agli italiani che vivono all’estero". "Le sue parole – ha detto la deputata italo-brasiliana – sono il degno riconoscimento dell’importanza della presenza delle comunità italiane nel mondo, sia come forza economica sia come forza sociale. Un’attenzione, quella del presidente della Repubblica che sono certa non mancherà durante tutto il suo mandato nei confronti di chi, anche da lontano, sente forti le sue radici e il senso di appartenenza all’Italia".

VIDEO DEL DISCORSO DI MATTARELLA

Si fa sentire anche Fucsia Fitzgerald Nissoli (PI), eletta nella circoscrizione Estero, nella ripartizione Nord e Centro America: “Noi cittadini italiani all’estero ci riconosciamo pienamente nel presidente Mattarella, in grado di incarnare l’unità della nazione e di alimentare l’orgoglio di essere italiani. Noi ci siamo, pronti a lavorare con Lei, presidente, per il bene dell’Italia”.

Secondo il senatore socialista Fausto Guillherme Longo, eletto nella circoscrizione dell’America meridionale, in cui è presente la più grossa comunità di italiani all’estero, “i valori richiamati nel discorso di insediamento dal nuovo presidente della Repubblica confermano per noi l’ottima scelta della sua elezione". Dal nuovo capo dello Stato “l’invito a non dimenticare mai tutti i concittadini che vivono in territori extra nazionali”. Per Longo non considerare “una risorsa da sostenere” i milioni di italiani nel mondo “rappresenterebbe una perdita per tutta l’Italia”.

I deputati del Pd eletti oltre confine in una nota congiunta scrivono: "Grazie a nome degli italiani all’estero, Presidente! Il nostro augurio e il nostro impegno è che un richiamo tanto autorevole di così grande respiro trovi una risposta sempre più convinta ed efficace nelle politiche rivolte alle nostre comunità nel mondo, perché l’Italia possa essere aiutata a superare le sue difficoltà e a ritrovare il suo spazio sul piano internazionale".