Marò italiani all’estero, Ban Ki-moon (Onu): preoccupato per vicenda irrisolta

Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon arriva sabato in India per tre giorni come ospite d’onore del ‘Vibrant Gujarat Summit 2015′, una iniziativa per mettere sotto i riflettori il potenziale dello Stato natale del premier indiano Narendra Modi. Lo ha annunciato oggi il ministero degli Esteri a New Delhi. E quello che viene, sottolinea l’agenzia di stampa statale Pti, e’ un capo del Palazzo di Vetro "preoccupato" per la crisi legata ai Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone che da ormai quasi tre anni ha messo in sofferenza le relazioni italo-indiane.

Pti ricorda che tre giorni fa il portavoce dell’Onu Stephane Dujarric ha sottolineato che Ban ritiene "importante per entrambe le parti cercare di raggiungere una soluzione ragionevole e reciprocamente accettabile". Questo perche’ Ban "teme che la questione potrebbe danneggiare gli sforzi per la pace e la sicurezza internazionale".

Non e’ noto se il segretario generale dell’Onu trattera’ il tema con i suoi interlocutori indiani, ma e’ un fatto che in Gujarat incontrera’ il premier Modi, mentre a New Delhi sono previsti incontri con il ministro degli Esteri, Sushma Swaraj, quello della Difesa, Manohar Parrikar, e con il presidente della Repubblica, Pranab Mukherjee.

Il portavoce del Palazzo di Vetro, Farhan Haq, ha ribadito la "preoccupazione" del segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, che la vicenda sui maro’, che vede coinvolti due importanti Paesi membri delle Nazioni Unite, rimanga irrisolta. Haq ha poi precisato che al momento non e’ noto se la questione verra’ trattata da Ban con i suoi interlocutori nel corso della visita in India. "E’ difficile prevedere gli argomenti che possono essere sollevati durante tali incontri", ha affermato Haq.