Marò, Girone presto in Italia: ‘straordinaria notizia’

Dopo indiscrezioni stampa, la notizia viene confermata dalla Farnesina: Salvatore Girone tornerà in Italia in attesa dell’esito dell’arbitrato che dovrà stabilire la competenza sul caso dell’uccisione di due pescatori indiani durante una missione antipirateria. Il Tribunale dell’Aja ha accolto una richiesta in questo senso avanzata dall’Italia.

Fonti qualificate assicurano che i tempi per il rientro del marò saranno brevi, si tratta solo di sbrigare le pratiche burocratiche relative al militare italiano, da oltre quattro anni trattenuto in India.

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, da Firenze parla di una “straordinaria notizia”: "Ho parlato con Girone, che potrà rientrare in Italia in attesa delle decisioni sull’arbitrato. E’ un passo in avanti davvero significativo cui abbiamo lavorato con grande dedizione". "Voglio mandare un messaggio di amicizia e collaborazione con il grande popolo indiano e con il presidente Modi, siamo sempre pronti a lavorare insieme".

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, in una nota commenta: “Dopo più di 4 anni di vergogna, l’Italia potrebbe tornare ad abbracciare Salvatore Girone. A nome di tutti gli italiani voglio chiedere scusa al nostro fuciliere di Marina per tutto il tempo perso ma purtroppo con Monti, Letta e Renzi siamo stati governati da gente più attenta a tutelare lobby e faccendieri che non a difendere l’interesse nazionale. Mi auguro che questa farsa sia finita e che anche le accuse ai nostri marò siano velocemente archiviate".

Elio Vito, deputato di Forza Italia e capogruppo azzurro in Commissione Difesa a Montecitorio, su Facebook scrive: "Dopo quattro anni di ingiusta detenzione in India, Salvatore Girone torna in Italia! E’ una notizia bellissima e se non e’ il momento della polemica non e’ nemmeno, dopo 4 anni, quello della propaganda, Renzi lo sappia".

Pier Ferdinando Casini, presidente della commissione Affari esteri del Senato: "La decisione che proviene dal Tribunale dell’Aja sul ritorno in Italia del Fuciliere di Marina Salvatore Girone suscita una grande soddisfazione in tutti noi. Non è solo un grande risultato ottenuto dal Governo ma da tutto il Parlamento, maggioranza e opposizione, che ha mostrato una straordinaria prova di coesione nazionale".