L’INTERVENTO | Porta (Pd): “Dal Sudamerica buon lavoro a Enrico Letta”

Agli italiani nel mondo e ai circoli del PD all’estero Letta ha rivolto un bellissimo saluto, identificandosi con quanti come noi vivono fuori dall’Italia senza perdere la loro passione civile e politica

Un nuovo governo per l’Italia. I primi mesi dell’anno, durante i quali l’Italia ha superato le centomila vittime a causa del Covid (il numero più alto di morti in un solo anno dal dopoguerra a oggi), sono stati mesi di grandi cambiamenti a livello politico e di governo. Si è infatti conclusa l’esperienza del secondo governo guidato da Giuseppe Conte, a causa della crisi politica aperta dal nuovo partito di Matteo Renzi “Italia Viva”. Alle difficoltà di ricomposizione di una maggioranza di governo in grado di affrontare, a un anno dall’inizio della pandemia e nel pieno di una storica campagna di vaccinazione, l’emergenza causata dal Covid19, il Presidente della Repubblica ha risposto con un appello al senso di responsabilità di tutti i partiti affinchè dessero vita ad un esecutivo di unità nazionale.

L’appello è stato accolto e oggi l’Italia ha un nuovo governo con a capo Mario Draghi, un economista stimato e rispettato in campo nazionale e internazionale.

Anche il Partito Democratico si è trovato ad affrontare le improvvise dimissioni del suo Segretario Nazionale, Nicola Zingaretti, e ha eletto nel corso dell’ultima assemblea del partito Enrico Letta. Letta era già stato candidato alla segreteria nazionale del PD, aveva ricoperto il ruolo di vice segretario fino a divenire nel 2014 Presidente del Consiglio dei Ministri. Il grandissimo consenso che è alla base della sua elezione e i suoi primi passi sulla scena politica italiana, dopo sette anni nei quali aveva diretto la scuola di Scienze Politiche dell’Università di Parigi, hanno ridato al Partito Democratico unità e orgoglio.

Nel suo discorso il giorno dell’elezione, Letta ha rivendicato per il PD il ruolo di guida di una ampia coalizione di centrosinistra che affronti le prossime elezioni per vincerle e governare la crescita del Paese nel post-pandemia. Agli italiani nel mondo e ai circoli del PD all’estero Letta ha rivolto un bellissimo saluto, identificandosi con quanti come noi vivono fuori dall’Italia senza perdere la loro passione civile e politica. Anche noi dal Sudamerica abbiamo trasmesso al nuovo Segretario l’augurio affettuoso e fiducioso di buon lavoro.

*coordinatore Pd Sud America