Italiani all’estero, Mariam Scandroglio coordinatrice della Lega per l’Africa

“Da sempre lavoro per la promozione del Made in Italy e del lancio di progetti di cooperazione e sviluppo tra mercati. Attualmente mi occupo di consulenza per le imprese all’estero”

Mariam Scandroglio con il leader della Lega, Matteo Salvini

“Ha senso identitario e conoscenza approfondita del contesto socio-culturale: sono queste le caratteristiche necessarie per organizzare al meglio le comunità italiane in Africa”. Paolo Borchia, coordinatore federale di Lega nel Mondo ed eurodeputato, presenta così Mariam Scandroglio, che avrà il compito di strutturare la presenza del Carroccio nel continente.

“Si tratta di un’operazione di prospettiva, la presenza delle comunità italiane in Africa ha un grosso potenziale, in particolare se collegata alla cooperazione allo sviluppo. Per questo, il profilo di Mariam Scandroglio – sia sotto l’aspetto culturale che organizzativo – ha grandi margini.

La nuova coordinatrice si presenta così: “Sono nata a Toulepleu, in Costa d’Avorio; nel 1985 sono stata adottata insieme a mio fratello da due italiani e da allora vivo in Campania. Da sempre lavoro per la promozione del Made in Italy e del lancio di progetti di cooperazione e sviluppo tra mercati. Attualmente mi occupo di consulenza per le imprese all’estero e lavoro come operatrice per un centro Acli (Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani) che si occupa di sostegno ai minori con disturbi psichiatrici. Ringrazio il deputato Nicola Molteni, il commissario regionale Valentino Grant e Paolo Borchia per la fiducia accordatami, un’occasione importante offertami dalla Lega per mettere a disposizione la mia esperienza e la mia volontà di aggregare le diverse comunità italiane e africane”.