Italiani all’estero, Zin (MAIE) pronto a lasciare gruppo Scelta Civica?

Claudio Zin, senatore eletto in Sud America con il Movimento Associativo Italiani all’Estero, secondo quanto apprende ItaliaChiamaItalia, potrebbe lasciare già nelle prossime ore il gruppo di Scelta Civica a Palazzo Madama per entrare nel Gruppo delle Autonomie. Lo stesso gruppo a cui era iscritta Mirella Giai, senatrice MAIE nella scorsa legislatura. Se davvero accadesse ciò, ci troveremmo di fronte a un primo momento di riflessione, potremmo definirlo così, da parte del MAIE nei confronti di un alleato, l’Udc, che alle ultime elezioni politiche non è riuscito nemmeno ad entrare in Parlamento.

La decisione di Zin, che è sempre più forte nell’aria, di certo sarà stata presa dopo averne discusso con il presidente del MAIE, l’On. Ricardo Merlo. Proprio Merlo, presidente di un movimento autonomo e indipendente dalla partitocrazia romana ma non scollegato dalla politica italiana, ultimamente si è dimostrato pubblicamente sempre più vicino al centrodestra: non possiamo dimenticare la sua recente presa di posizione in favore della visione economica di Silvio Berlusconi a proposito dell’Europa e delle politiche del Vecchio Continente.

Dunque, il MAIE verso il PdL? O magari verso il Pd, guardando anche all’incognita Renzi? Presto per dirlo. Di sicuro il Movimento Associativo nelle ultime settimane si sta guardando intorno, perché il suo presidente pare essersi finalmente reso conto della necessità di sbloccare una situazione che viaggiava ormai su di un binario morto. Merlo, a chi gli sta vicino, continua a ripetere che il MAIE “è grato agli amici dell’Udc” per il percorso fatto insieme. In futuro, chissà. Ma oggi, il MAIE – che ha l’ambizione di crescere ancora – evidentemente ha bisogno di alleati forti per potere contare di più a Roma e in Italia, oltre che nel mondo.