Italiani all’estero, Andrea Bocelli compra casa a Miami – di Roberto Zanni

Non ha avuto dubbi Andrea Bocelli quando è arrivato il momento di acquistare la prima casa negli States: la scelta è caduta su Miami. Una villa in stile mediterraneo, proprio davanti all’Oceano Atlantico. Una proprietà entrata nel ‘portafoglio’ dell’artista appena qualche settimana fa. E se la sua residenza italiana rimarrà ancora la prima, la seconda casa, se così si può chiamare, si troverà su una delle spiagge più belle e ambite del mondo. Bocelli ha in mente di passare diverso tempo nella nuova proprietà con la compagna Veronica Berti e i figli. Un’oasi che sarà la sua base americana, visto che poi negli USA la sua attività è frenetica e la sua popolarità ha raggiunto vette incredibili e i suoi concerti, ormai da anni, sono diventati sinonimo di straordinario successo e tutto esaurito.

Perchè la Florida e Miami? Bocelli l’ha spiegato in una intervista rilasciata a CBS4. "Amo questo Paese – ha detto Bocelli – e ho deciso per la Florida per il clima e l’atmosfera. Amo questa città, l’oceano e il caldo". All’inizio dell’anno Bocelli ha registrato il suo nuovo CD ‘Passione’, mentre da pochi giorni è uscito un DVD, ‘Love in Portofino’, il suo concerto nella splendida, e unica, cittadina ligure. Ma il 14 febbraio prossimo, per il giorno di San Valentino, Andrea Bocelli sarà al BB&T Center di Sunrise, mezzora da Miami, per un concerto che, come sempre quando si parla dell’artista italiano, sarà davvero speciale. Sarà la quinta volta che Bocelli si esibirà al BB&T Center, che prima si chiamava Bank Atlantic, e due dei suoi precedenti show si sono svolti per San Valentino, nel 2011 e 2012.

"Siamo davvero emozionati e onorati di poter ospitare Bocelli per la quinta volta consecutiva in quella che è la sua arena favorita del South Florida – ha detto Michael R. Yormark presidente della Sunrise Sports & Entertainment – dopo il tutto esaurito del 2013, le richieste per un ritorno, per un nuovo show, sono state enormi. I desideri dei fan del South Florida per il giorno di San Valentino del 2014 si potranno esaudire con un’altra incredibile perfomance di Andrea Bocelli".

L’ultima esibizione in South Florida si è rivelata l’ennesimo grande successo per l’artista italiano, con standing ovation e numerosissimi bis. In febbraio però sarà una sensazione uno po’ diversa per il grande tenore toscano. "Sarà un po’ strano per me – ha detto sorridente Bocelli – per la prima volta in vita mia andrò sul palcoscenico, partendo dalla casa dove vivo. Sono davvero felice qui, e il segreto per una bella vita è la serenità e io la cerco sempre, dal profondo della mia anima".

La nuova residenza di Bocelli in Florida si trova proprio sul mare, ha la piscina quasi sulla spiaggia, ha l’attracco per la barca e la villa è a due piani e da qui l’artista partirà per i suoi concerti americani: il suo tour in USA comincerà all’MGM Grand di Las Vegas il 7 dicembre, poi Phoenix, Brooklyn, Washington, Tampa, Atlanta per finire poi a Sunrise, al BB&T Center. A Las Vegas, per il debutto della stagione, i biglietti andranno da un minimo di 100 dollari a un massimo di 2700. E in attesa di cominciare, Bocelli si riposa e si prepara a Miami, città alla quale è legato in modo particolare e l’ha dimostrato anche prima di acquistare casa. È successo infatti la Pasqua scorsa, quando ha fatto la sua comparsa, una vera e propria sorpresa, in una piccola chiesa di Miami Beach, la St. Patrick Catholic Church, facendo restare senza fiato i parrocchiani. "Nessuno sapeva che sarebbe arrivato – ha spiegato poi Sabin Ley-Soto, assidua frequentatrice della chiesa – forse in molti non l’avevano nemmeno riconosciuto, fino a quando hanno sentito la sua inconfondibile voce". Già perché la sorpresa non poteva essere tale senza le sue inimitabili note: infatti Bocelli una volta arrivato in chiesa ha chiesto di poter cantare e ha intonato ‘Panis Angelicus’, lasciando attonita la piccola platea. "Era giusto Bocelli – ha continuato Mrs. Ley-Soto – e si poteva sentire risuonare la sua voce in tutta la chiesa. È stata una bellissima messa ed è stato meraviglioso poter ascoltare l’artista italiano". Un regalo a Miami, destinato purtroppo a pochi, ma c’è chi già spera che queste sorprese si possano ripetere anche nel futuro, adesso che ha casa qui sarebbe ancora più facile…