Italiani all’estero, a Copenaghen ‘pizza mafioso’ e ‘pizza Al Capone’

Ve lo ricordate il caso di “Don Panino”, quel ristorante viennese che proponeva ricette con nomi legati alla mafia? Ora un altro locale unisce la parola Sicilia con Cosa Nostra sfruttando i peggiori stereotipi per farsi pubblicità. E così, a Copenaghen, in questo ristorante si può mangiare la ”pizza mafioso” e la ”pizza Al Capone”.

Fabrizio Ferrandelli, deputato regionale del Pd e vicepresidente della Commissione Antimafia all’Assemblea regionale siciliana, sul suo blog denuncia ”l’ennesima rappresentazione distorta della Sicilia”. Da qualche giorno a Copenhagen con la moglie e la figlioletta per una breve vacanza, una sera è andato su tutte le furie dopo avere consultato il menù del ristorante di cucina italiana Mamma Rosa che, tra le specialità, prevede una serie di piatti con evidenti richiami all’oleografia mafiosa.

Ferrandelli ricorda: “E’ ancora recente il caso scandaloso del ristorante viennese ‘Don Panino’ e, strano scherzo del destino, avevo già preparato un dossier da presentare la prossima settimana in Commissione regionale Antimafia dove racconto con numeri e foto il modo distorto con il quale in tanti posti del mondo si rappresenta l’immagine della nostra Sicilia e del nostro Paese all’estero”. Un dossier predisposto grazie anche alle segnalazioni dell’associazione ‘MafiaContro’ che ha consegnato al deputato regionale una documentazione dettagliata e una lettera rivolta al ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nella quale si segnalano tanti ristoranti con insegne che inneggiano alle gesta mafiose (Pizza Connection, Il Padrino, Don Vito Corleone, etc.).

Dopo l’Austria, la Danimarca: “l’ennesima vergogna che allegherò al fascicolo. Sono veramente sdegnato e dobbiamo sdegnarci tutti per i tanti che hanno combattuto e combattono la mafia”.