Italia – Marocco, Di Biagio (Ap): presentato ddl rettifica accordo doppia imposizione

"Data la situazione insostenibile che si è venuta in creare in Marocco per alcuni dei lavoratori del MAECI oggetto di una deprecabile impasse fiscale legittimata da una errata e faziosa interpretazione dell’accordo del 72 è necessario un chiarimento normativo che ho voluto includere in un disegno di legge oggi depositato al Senato". Lo dichiara Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare.

"Ritengo indispensabile rivedere – spiega Di Biagio –  alcune norme della Convenzione  prevedendo che siano esonerati nello stato di soggiorno, in virtù degli usi internazionali e delle disposizione della medesima convenzione, i trattamenti, stipendi ed altre remunerazioni analoghe che in uno dei due Stati contraenti afferiscono, tra gli altri, al personale non diplomatico assunto direttamente dall’ambasciata o dai suoi servizi esterni che ne costituiscano parte integrante, sussistendo la condizione che tale personale abbia la nazionalità del primo Stato".

Di Biagio conclude: "Non possiamo permetterci di restare inerti dinanzi alle posizioni di dubbia legittimità del Marocco e, soprattutto, dinanzi alla vistosa condizione di disagio in cui si trovano alcuni lavoratori del Ministero. Esiste l’obbligo morale ed istituzionale di intervenire e di farlo nel più breve tempo possibile".