Immigrati, Gelmini (Fi): basta coi flussi migratori del bisogno, senza regole

"C’è un problema enorme che il governo italiano non vuol vedere: bisogna assolutamente tornare a fare politica estera. Non è possibile pensare che l’esodo epocale al quale assistiamo sia una mera questione di politica interna, un problema dei ministri dell’Interno o addirittura un problema amministrativo da lasciare ai territori". Lo scrive Mariastella Gelmini, deputata di Forza Italia ed ex ministro della Pubblica istruzione, in una lettera al Corriere della Sera.

E nota che "accordi di partenariato finalizzati allo sviluppo economico, aiuti internazionali, interventi militari laddove sia necessario, tutto questo non è stato fatto e l’Italia che avrebbe dovuto essere in prima linea non ha dato prova di carattere e di iniziativa. Davvero incredibile l’irrilevanza del nostro Paese, sancita dall’esclusione del governo italiano – che pure esprime con la Mogherini l’alto rappresentante della Ue per le questioni internazionali – dal contesto delle decisioni. Adesso che la Merkel ha saputo cambiare rotta, reagendo anche a episodi di xenofobia con un occhio alle tragedie di un passato che nessuno può permettersi di dimenticare, il panorama è cambiato. La destra italiana ha qualcosa da imparare? Sicuramente sì, ma certo non dalla retorica della sinistra", "Forza Italia propone alcune soluzioni chiare: accorciare i tempi per esaminare le richieste di asilo politico (c’è già una nostra proposta di legge), una politica estera che ci faccia tornare protagonisti e che spinga l’Ue a intervenire nelle crisi in Africa come nel Medio Oriente. E poi basta coi flussi migratori del bisogno, senza regole".