Governo, Letta: ‘ci si può fidare dell’Italia’. E su Imu: ‘decisione entro fine agosto’

Italian Prime Minister Enrico Letta addresses a press conference after his meeting with the Greek Prime Minister in Athens on July 29, 2013. Letta is in Greece on a two-days official visit. AFP PHOTO / ARIS MESSINIS

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, a proposito delle polemiche sull’Imu e degli attacchi del PdL, spiega: "alla fine sono convinto che ci sara’ una sintesi", ma ora e’ meglio "discutere nel merito" delle 9 proposte sull’Imu fatte dal ministro Saccomanni e "non fare polemiche". Per la riforma dell’Imu è necessario mettere da parte le polemiche, perchè ci sarà un confronto politico e saranno trovate le soluzioni di sintesi. “Derubricherei a discussione di merito le polemiche, sono questioni importanti e troveranno un punto di sintesi per la fine di agosto, quando presenteremo le soluzioni". "Dobbiamo togliere – ha aggiunto Letta – la vena polemica che rischia di coprire i problemi e andare al merito delle cose: i partiti hanno fatto le loro proposte, si discuterà e si deciderà". 

Per quanto riguarda le privatizzazioni, "vedrete i piani quando saranno messi a punto e da qui in avanti qualsiasi indiscrezione sara’ priva di fondamento", spiega Letta, che intende cosi’ "chiudere il capitolo privatizzazioni". Una linea di riserbo assoluto, dunque, perche’, spiega ancora, guardando ai mercati, "la regola che ci siamo dati e’ stabiltà e serietà". "Non ci farete dire una parola in piu’ prima della comunicazione del piano stesso", prosegue rispondendo alle domande dei giornalisti sui capitoli piu’ importanti della privatizzazione, dall’energia alle tlc.

Il premier si augura che la politica “non si dimentichi di tassi e spread, se ne e’ parlato a lungo, se ne e’ fatta indigestione, ora non se ne parla più”. I tassi bassi di oggi sono "la dimostrazione che l’Italia e’ un paese di cui ci si puo’ tornare a fidare. Questo e’ segno della fiducia che e’ tornata, e’ figlio della stabilita’ e deve essere un punto di riferimento per i prossimi tempi. Stabilita’ non vuol dire staticità". "Noi siamo abituati ad essere una nave che naviga sempre tra tempeste, onde, marosi, pero’ la nave sta dimostrando di essere piu’ solida di quello che i nostri detrattori pensano".

Enrico Letta sembra intenzionato a tenere fede all’impegno che vuole il governo attivo a Palazzo Chigi per tutta l’estate. Dopo la conferenza stampa, ha congedato i giornalisti dando loro appuntamento alla prossima settimana. "Ci rivediamo lunedì qui", ha detto Letta.