Gasparri, “Di Battista chi?”. “Renzi? Il re dei fanfaroni”

Sul generale Gallitelli: "Lo conosco da quando si è arruolato nell'Accademia di Modena. Lo conosco da 50 anni, è una persona di qualità”

Maurizio Gasparri sull’ospitata di Berlusconi da Fazio: “Il Fatto Quotidiano titola che Fazio ha riabilitato B.? Io non ho grande stima di Fazio, ha intervistato Berlusconi perché le sue uscite erano talmente squilibrate che ha avvertito una necessità di pluralismo. Mi interessa che Berlusconi sia presente in campo e che possa comunicare le sue idee. Mi ha fatto molto piacere la sua netta presa di posizione contro lo Ius Soli. Che il Fatto pretenda di dettare l’agenda, le domande e le regole a tutti è una loro pretesa che non trova indicazione nella realtà”.

Sul generale Gallitelli: “Lo conosco da quando si è arruolato nell’Accademia di Modena. Lo conosco da 50 anni, è una persona di qualità. Berlusconi ieri ha fatto una serie di nomi, il primo è il suo. Confida che la giustizia Europea possa cancellare la condanna ingiusta che ha subito”.

Sulle parole di Scalfari: “Ha detto che voterebbe Berlusconi, mi diverte per il caos che ha creato a sinistra e mi diverte anche il tentativo di ridimensionamento della sua affermazione”.

Su Renzi e le fake news: “Finalmente un’autocritica da parte di Renzi. Quando ho sentito questo annuncio ho preso quella sua conferenza stampa quando è diventato presidente del consiglio e faceva il verso ai venditori, a quelli che fanno le aste. Lui è il re delle fake news, se sarà coerente si cancellerà da solo. E’ stato riconosciuto come un grande fanfarone”.

Su Di Battista: “Non so chi sia, non so di cosa si parli. Chi è? Alessandro Di Battista? Non lo conosco, sono impreparato”.