FINALMENTE SI VOTA | Sergio Mattarella scioglie le Camere, elezioni il 4 marzo

Saranno tre mesi di campagna elettorale molto intensa, al freddo dell’inverno italiano, o al caldo dell’estate sudamericana, per i candidati di quella ripartizione estera

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Sergio Mattarella, presidente della Repubblica, nel pomeriggio di oggi, giovedì 28 dicembre, ha ricevuto al Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, e il Ministro dell’Interno, Marco Minniti.

Il capo dello Stato ha firmato i decreti che ratificano la decisione del governo di fissare per domenica 4 marzo 2018 la data delle nuove elezioni politiche e per venerdì 23 marzo 2018 la data di insediamento del nuovo Parlamento.

Dunque, finalmente, gli italiani potranno tornare a votare. Mattarella, incassata la legge di Bilancio, non ha voluto prolungare oltre la legislatura.

Saranno tre mesi di campagna elettorale molto intensa, al freddo dell’inverno italiano, o al caldo dell’estate sudamericana, per i candidati di quella ripartizione estera.

Già, perché anche gli italiani nel mondo saranno chiamati a votare per i propri rappresentanti e già i vari protagonisti della politica legata agli italiani all’estero sono in moto da tempo, chi più chi meno – chi per nulla affatto – alla ricerca di consensi e di possibili alleanze tra candidati e liste.

Nel mese di gennaio bisognerà presentare liste e candidati. Tutto succederà velocemente. Sarà una campagna elettorale da vivere fino in fondo e ItaliaChiamaItalia ve la racconterà – come sempre – in maniera puntuale, da un punto di vista privilegiato, da dentro la notizia.