F1, Cina: Alonso, ‘passi avanti’. Mattiacci: ‘squadra eccellente’

In Cina c’e’ una Ferrari migliorata, nell’aerodinamica e nelle prestazioni, ma il vero test delle novita’ apportate alle F14T si avra’ solo domenica, in gara, quando sulla pista di Shanghai si potra’ valutare il distacco che ancora esiste dalle Mercedes e dalle Red Bull.

I tifosi di Maranello vogliono rivedere le Rosse lottare per il podio e c’e’ grande attesa anche per l’esordio di Marco Mattiacci alla guida del team al posto di Stefano Domenicali, sperando che, in attesa di incidere direttamente sul team, porti anche quella carica e quel po’ di fortuna che ultimamente e’ mancata.

"Lotteremo per colmare il gap", aveva detto ieri il nuovo n.1, che sa di avere tra le mani una "squadra eccellente" che ha lavorato tanto per portare delle novita’ a Shanghai.

"Venerdi’ siamo andati bene, e anche oggi, con un buon feeling. Ora in gara dobbiamo essere piu’ vicini alle Mercedes, non prendere un minuto come nelle ultime gare", ha detto al termine delle qualifiche Fernando Alonso, che con il quinto tempo e’ chiamato a tallonare da subito le Mercedes e le Red Bull che lo precedono. "Rispetto all’ultima gara abbiamo delle novita’ e ne stiamo preparando altre per la Spagna. Ci siano muovendo bene, sono soddisfatto di come si procede. Intanto sono curioso di vedere come andra’ domani", ha proseguito l’asturiano che spera di essere "piu’ vicino ai migliori".

Il traffico e qualche accordatura ancora da rifinire nel suo rapporto con la Ferrari hanno invece relegato in sesta fila Kimi Raikkonen, un po’ amareggiato. "Non e’ stata una gran giornata. Ho avuto qualche piccolo problema al cambio, c’era traffico e non sono riuscito a entrare nella Q3. Speriamo bene per domani", ha dichiarato il finlandese. Alti e bassi, anche se a diverso livello, si registrano pure in casa Mercedes e Red Bull.

Se Hamilton ha definito semplicemente "eccellente" la sua Freccia d’argento e domani parte dalla pole per conquistare la seconda vittoria di fila, il compagno Nico Rosberg ha preso solo il quarto tempo, con un distacco di quasi un secondo e mezzo: "Ho chiesto troppo alla macchina – ha spiegato il tedesco – Non sono riuscito ad essere molto veloce, a causa di alcune difficolta’ con il freno ma sull’asciutto va decisamente meglio".

In Red Bull, ritrovate le prestazioni, Ricciardo ha fatto ancora meglio di Vettel, e si e’ detto "molto orgoglioso" di averlo preceduto di mezzo secondo: "Sto guidando bene, ma devo continuare". Vettel gli ha reso merito: "Abbiamo la stessa macchina, lui va meglio di me. Evidentemente Daniel sa sfruttarla al meglio, io invece fatico ancora un po’ ad adattarmi a tutte le novita’".