Don Giovanni, un tributo a Mozart – di Beatrice Boero

L’appuntamento, dedicato agli amanti della musica, avrà luogo l’8 agosto, presso l’Anfiteatro Festival di Albano Laziale, in via dell’Anfiteatro Romano, 40, alle ore 21. All’interno del sito archeologico della cittadina laziale, va in scena il capolavoro di Wolfgang Amadeus Mozart in un nuovo allestimento con una scenografia monumentale. La rappresentazione viene prodotta da Europa Musica sotto la direzione artistica di Renzo Renzi, e la regia di Gianmaria Romagnoli.

Il Direttore è Stefano Seghedoni, mentre Don Giovanni è impersonato da Pierluigi Dilengite, Leporello da Alessandro Calamai, Donna Elvira da Paola di Gregorio. L’opera lirica in due atti composta da Mozart nel 1787 su libretto di Lorenzo Da Ponte è un perfetto equilibrio tra tragico e comico, tra grottesco e drammatico, tra personaggi che impersonano valori etici e altri che risultano insolenti e buffi.

Narra la storia del seduttore Don Giovanni che uccide l’ uomo che vuole difendere l’onore della  propria figlia Anna ma viene in seguito  smascherato dalla donna stessa e muore inghiottito dalle fiamme.  Il melodramma ebbe un grande successo a Praga dove fu messo in scena per la prima volta e non venne accolto bene invece l’anno dopo a  Vienna, nonostante la versione appositamente censurata per il pubblico conservatore austriaco che mal sopportava la rappresentazione di un nobile senza principi.

La scenografia dell’evento è curata da Giovanni di Mascolo. Gli altri personaggi sono interpretati da Raffaele Abete (Don Ottavio), Maria Tomassi (Donna Anna), Raffaella Di Caprio (Zerlina), Andrea Scorsolini, Carlo di Cristoforo (Commendatore).