Crisi, Bonanni (Cisl): sfidiamo la politica con proposte concrete

"Preferisco chiamarla legge delle occasioni mancate. L’aumento della disoccupazione nel 2014 è la prova che è sbagliata. L’occupazione, soprattutto giovanile, può arrivare solo favorendo produttività e investimenti". Così il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni parla della legge di Stabilità in una intervista al Quotidiano nazionale. E aggiunge: "Il guaio è che i politici pensano solo ai fatti loro. La gente non ne può proprio più e il sindacato sturerà gli orecchi alla politica. Sfideremo la politica con proposte concrete indicando una prospettiva di riforme e di nuova governabilità", "nessuna guerra, chiediamo solo buonsenso. Non c’è alternativa al taglio delle tasse per spingere i consumi, la crescita e, quindi, l’occupazione. Si deve fare".

Secondo Bonanni i soldi si trovano "tagliando la spesa pubblica improduttiva, combattendo l’evasione e il lavoro nero. E’ incoraggiante che il governo abbia detto che i risparmi legati alla spending review saranno destinati alla riduzione delle tasse. Vedremo se è un bluff o no". Sollecita inoltre la dismissione del patrimonio immobiliare e demaniale che vale 400 miliardi di euro e la chiusura "di tutti gli enti inutili, le società piene di debiti delle regioni, le aziende locali dove si annidano sprechi, clientele ed inefficiente; obblighiamo i centri di spesa locali, a partire dalla sanità, a rispettare i costi standard; riduciamo gli appalti inutili, le consulenze e il numero esorbitante dei dirigenti pubblici, spesso strapagati, legati alla politica".

Dice invece no alla patrimoniale "perché ricadrebbe solo sulla povera gente, come è accaduto con le tasse sulla casa. In compenso, non è da Paese civile tassare la speculazione finanziaria al 20%, meno del denaro sudato con il lavoro, o proteggere il gioco d’azzardo on line e i video giochi con una tassazione scandalosa dallo 0,6 al 3% delle giocate". E conclude: "La Cisl vuole collaborare con il governo sulla spending review, ma a condizione che tutto sia trasparente e serva a stanare chi abbaia alla luna solo per coprire il proprio conservatorismo o le rendite di posizione".