CORONAVIRUS | Giorgia Meloni: “Governo pensa ai monopattini anziché ai trasporti pubblici”

“Il 38% delle imprese è a rischio sopravvivenza: questo è il dato che ci deve preoccupare di più. Noi abbiamo chiesto interventi in tre priorità su sostegno al reddito, alle imprese e lotta alla povertà"

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, intervenendo nel corso del Festival del Lavoro 2020, ha accusato il governo di avere preso scelte sbagliate in questa seconda fase della pandemia: “Contro la seconda ondata, non è corretto dire che il governo non abbia fatto: ha fatto delle idiozie. Se sapeva della seconda ondata, ci si aspettava che mettesse in sicurezza le cose fondamentali, come i trasporti, ma invece è stato fatto il bonus monopattino”.

“In questi mesi – ha proseguito – non è stato fatto tutto quello che si sarebbe dovuto fare. L’emergenza Covid ha impattato su tutto e non era facile gestirla, ma il Parlamento ha fatto la sua parte, mettendo a disposizione del governo 100 miliardi in 5 mesi, ma questi soldi, invece, sono stati dilapidati in cose che non avevano a che fare con le priorità e gettati in un cestino”.

“Il 38% delle imprese è a rischio sopravvivenza: questo è il dato che ci deve preoccupare di più. Noi abbiamo chiesto interventi in tre priorità su sostegno al reddito, alle imprese e lotta alla povertà”. “Noi ci consideriamo patrioti e quando l’Italia è in difficoltà noi ci siamo: io ho chiesto una cabina di regia permanente, ma è durata lo spazio di due riunioni. Dei nostri emendamenti, presentati a migliaia, ne è stato accettato solo uno, quello per inserire Brescia tra i comuni più colpiti”.