CORONAVIRUS | Almeno 350 italiani ancora bloccati in Messico

Dall'ambasciata d'Italia in Messico fanno sapere che le persone disponibili ad acquistare un charter su tutto il territorio messicano sono circa 350

Oltre 65mila connazionali sono rientrati in Italia dall’inizio della pandemia, ma sono ancora tanti i connazionali bloccati all’estero in piena emergenza coronavirus.

Tra questi, decine sono i torinesi. Un incubo – racconta oggi l’edizione Torino del quotidiano La Stampa – tra costi insostenibili, condizioni sanitarie dei Paesi ospiti che peggiorano di giorno in giorno e la preoccupazione dei familiari sempre più forte.

Martina Giunta ha 27 anni, da mesi viaggia come volontaria all’estero ed è bloccata a Playa del Carmen, in Messico. Dall’ambasciata d’ Italia in Messico fanno sapere che le persone disponibili ad acquistare un charter su tutto il territorio messicano sono circa 350. Sempre in Sud America, ma a Bogotà, il clima è lo stesso. Poi anche nelle Filippine, in SudAfrica. Le storie sono tante, alcune le abbiamo raccontate anche su ItaliaChiamaItalia. La Farnesina non smette di lavorare affinchè possano rientrare in Patria tutti i connazionali che desiderano farlo.