Comunali, Matteo Renzi: ‘flop 5stelle? Han fatto promesse per poi litigare sugli scontrini’

Matteo Renzi, sindaco di Firenze, intervistato dal Tg1, parlando del governo di larghe intese, commenta: “Si rafforza se fara’ cose, ma se vivacchia trascinera’ Italia in basso. Se invece, come spero perche’ sono italiano e faccio il tifo per l’Italia, riuscira’ a realizzare le riforme di cui si parla da anni, allora viva il governo”.

Guardando al risultato delle Amministrative, il leader dei rottamatori non ha dubbi: quelli del Movimento 5 Stelle “dovevano dimezzare il numero dei parlamentari e hanno dimezzato i loro voti”. Renzi usa dunque l’ironia per commentare il risultato non positivo del movimento alle amministrative. Del resto è facile, secondo il primo cittadino del capoluogo toscano, spiegare il flop dei 5stelle: “hanno fatto tante promesse e poi sono stati capaci soltanto di litigare sugli scontrini e sui rimborsi spese”. Detto questo, “io credo che oggi dobbiamo essere molto seri: alcune delle cose che dice Grillo sui tagli alla politica, sulla semplificazione, sono cose molto giuste. Non e’ che siccome Grillo ha perso non le facciamo, anzi adesso vanno fatte a maggior ragione”.

Dopo il voto amministrativo “il Pd puo’ essere contento, ha tanti sindaci anche in zone come il Veneto. Ma dobbiamo essere seri, tanta gente non e’ andata a votare, c’e’ stato un astensionismo che fa paura, quindi bene il Pd ma occhio, dobbiamo recuperare il voto degli astenuti".