Cioccolato e liquori: un abbinamento esplosivo

Prima di servire liquore e cioccolato ai propri ospiti è importante capire quali siano gli accostamenti migliori

Cioccolato e alcolici formano un connubio perfetto, in grado di risvegliare i sensi e stuzzicare gusto e olfatto.

Che si tratti di un aperitivo o di un drink da gustare a fine pasto insieme al dessert, il risultato sarà di certo indimenticabile, a patto però di scegliere la doppietta giusta. Non tutti i vini e i liquori si sposano allo stesso modo con il cioccolato, così come non tutte le varietà di cioccolato sono indicate per essere accompagnate ad alcolici e superalcolici.

Prima di servire liquore e cioccolato ai propri ospiti è importante capire quali siano gli accostamenti migliori.

Rum e cioccolato: la coppia vincente

Tra gli abbinamenti più intriganti per i sensi troviamo quello composto da rum e cioccolato, in particolare quando si sceglie del cioccolato fondente con un’alta percentuale di cacao, pari almeno al 55%. Questa doppietta è ampiamente sfruttata nell’arte bianca e utilizzata da tutti i migliori marchi italiani per produrre golosi cioccolatini: un esempio sono i cioccolatini al rum Venchi o Cuba Rhum, dei cuneesi realizzati da uno dei più famosi produttori di cioccolato in Italia con rum caraibico e cioccolato fondente con il 56% di cacao.

Alcuni cocktail che prevedono l’utilizzo di cioccolato e rum? Due esempi su tutti: il cocktail Montezuma e il Frozen quadratino. Il primo si prepara con cioccolato amaro, rum, acquavite, latte, miele, limone, peperoncino e zenzero; il secondo con cioccolato, rum scuro, kahlua, crema di latte, cannella, mandorle in scaglie e ghiaccio.

Altri liquori e distillati da abbinare con il cioccolato

Sono numerosi i liquori e i distillati che si sposano alla perfezione con il cioccolato. Al secondo posto, subito dopo il rum, troviamo il whisky, perfetto in abbinamento con cioccolato fondente con cacao al 70% o con cioccolato alle nocciole, ideale per sottolinearne il sentore affumicato e pungente. Provate ad assaporare un bicchiere di whisky accompagnato da un gianduiotto di Torino per vivere un’esperienza sensoriale unica.

Anche la grappa, soprattutto se ben invecchiata, si abbina alla perfezione con il cioccolato fondente. Meglio puntare su cioccolatini o tavolette di cioccolato con un’elevata percentuale di cacao per metterne in risalto le note più secche.

Per quanto riguarda la vodka, l’accostamento dà il meglio di sé in cocktail come il Caipiroska al cioccolato e lo Yin Yang Martini. Gli ingredienti? Lime, vodka, cioccolato fondente, liquore al cioccolato e ghiaccio per il primo; liquore al cioccolato bianco, crema al cioccolato bianco, vodka, panna fresca, scaglie di cioccolato bianche e nere, wafer marrone e ghiaccio per il secondo.

Cioccolato e vino: quali sono gli abbinamenti migliori?

Anche il gusto del vino può essere messo in risalto dal cioccolato giusto. I vini rossi, in particolare quelli dal gusto fruttato, possono essere abbinati con dei quadretti di cioccolato fondente con cacao al 70%, mentre quelli bianchi si sposano meglio con il cioccolato bianco classico o alle nocciole.

Per quanto riguarda i vini da dessert, meglio servirli con dei cioccolato gianduia.

Limoncello e cioccolato

Chiudiamo la nostra rassegna ciocco-alcolica con l’accostamento cioccolato e limoncello, protagonista di alcuni deliziosi cocktail, ma anche di dolci al cucchiaio e torte. Ancora una volta il risultato migliore lo dà il cioccolato fondente perché si sposa perfettamente con la nota aspra del limone.