Casa, per 7 coppie su 10 è ansia da ristrutturazione

Secondo quanto emerge dall’indagine condotta da ArchitettaMi, la casa è il luogo dove stress e preoccupazioni quotidiane trovano il loro culmine. La goccia che fa traboccare il vaso? Avere idee diverse su come organizzare gli ambienti della casa. Quale preoccupano di più? Il salone, seguito dalla cucina

Basta con due cuori ed una capanna. Per quasi 7 su 10 (67%) è tra le mura domestiche che sfociano le principali incomprensioni e liti. Poco o per nulla soddisfatti della propria casa (54%), le coppie italiane sfogano il proprio stress con il partner litigando, nel momento della ristrutturazione, su come arredare i diversi ambienti di casa, non trovandosi d’accordo soprattutto per quanto riguarda la scelta dei colori (28%), lo stile d’arredamento (22%) e la disposizione del mobilio (17%). Le difficolta maggiori? L’incapacita’ di  trovare soluzioni allo stesso tempo estetiche e funzionali (44%), di carattere economico (52%) e la mancanza di un giusto esperto che sappia consigliare (35%). L’ambiente di casa per il quale si litiga più facilmente? A innescare la scintilla è il salone (34%), seguito da cucina (28%) e camera da letto (24%).

E’ quanto emerge da uno studio promosso da “ArchitettaMi”( www.architettami.com), un innovativo servizio di consulenza architettonica e progettuale disponibile sul web, in occasione del Salone del Mobile. Lo studio è stato realizzato mediante la metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio internet di circa 1100 siti, blog e forum, nonché dei principali social network,  Facebook e Twitter, per monitorare quali sono le reali difficolta’ incontrare nel ristrutturare la propria casa e le scelte piu’ frequenti di coloro che decidono di curare il proprio ambiente domestico.

“L’esperienza di tanti anni di lavoro con una clientela di vario tipo, ma soprattutto famiglie e giovani coppie – afferma Francesca Peratoni, architetto e  creatrice di ‘Architettami’ –  mi hanno permesso di osservare un’ampia casistica di situazioni in cui il momento della ristrutturazione coincideva spesso con litigi e incomprensioni su che tipo di lavori attuare all’interno dell’abitazione. Ecco perché è importante non lasciarsi sopraffare dalle circostanze e gestire il piano di lavori nella maniera più razionale possibile”.

Quanto stress accumulano gli italiani nel corso della loro giornata? Quasi 6 italiani su 10 (58%) si dichiarano molto (31%) o completamente (27%) stressati, mentre solo il 12% si dichiara abbastanza tranquillo e solo in rari casi preoccupato. A cosa è dovuto questo stress? Principalmente ai troppi impegni di lavoro (24%), al traffico cittadino sempre intenso e caotico (22%) e alle incombenze familiari (18%). “Non mi basta una giornata di 24 ore per fare tutto ciò che devo fare” oppure “Torno a casa e invece di tranquillizzarmi accumulo ulteriore stress” sono alcune delle affermazioni più frequenti sul web.

Dove questo stress quotidiano trova il suo culmine? Altro che ufficio (54%) e bar (36%).  Per il 67% degli italiani è tra le mura domestiche che sfociano le principali incomprensioni e liti dovute allo stress accumulato. La goccia che fa traboccare il vaso? A scatenare la lite di coppia è soprattutto (67%) la scelta dell’arredamento e dell’organizzazione degli spazi di casa, seguita dalla suddivisione dei compiti familiari (53%) e dalle pulizie domestiche (41%)

Quali sono le priorità degli italiani quando devono organizzare un ambiente domestico? Secondo la maggioranza (39%) al primo posto l’esigenza di vivere bene, ma senza particolari pretese, se non di vedersi migliorata la propria condizione con piu’ comodita’. Altri (22%) dice di seguire con attenzione le ultime tendenze in termini di scelta di colori e mobili di design. Nello specifico, gli aspetti del vivere la casa che vengono privilegiati sono principalmente comfort (41%), design (38%), e la capacita’ di ottimizzare al massimo gli spazi a disposizione (26%).

Qual è l’ambiente di casa che porta a discutere più facilmente la coppia? Ad innescare la miccia è la scelta di come organizzare il salone (34%), seguito quindi da mobili e colori scelti per la cucina (28%), la camera da letto (24%) e quindi il bagno (18%). Le discussioni più frequenti? Quelle dovute alla scelta dei colori (28%) per i diversi ambienti della casa, lo stile d’arredamento (22%) e la disposizione del mobilio (17%).

Quando si decide di cambiare i diversi ambienti della casa, quali sono le difficolta’ maggiori? In tempo di crisi, la maggioranza ammette di trovare difficolta’ di carattere economico (51%), mentre altri confessano l’incapacita’ di trovare soluzioni funzionali, senza rinunciare all’aspetto estetico (44%) o lamentano la mancanza di un giusto esperto che sappia consigliarlo (35%). Le gaffes principali di chi si avventura nella ristrutturazione della propria casa risparmiando? Gli errori principali riguardano chi si affida al fai da te (49%), mentre altri commettono lo sbaglio di affidarsi a designer incompetenti (44%) e di sbagliare l’abbinamento dei colori (41%).