Calcio, Fiorentina: Montella, ‘puntiamo al top, in estate Europa era sogno’

"Probabilmente avremo un impegno piu’ difficile del Milan, anche se il Catania quest’anno ha dimostrato di avere un rendimento costante e puo’ mettere in difficolta’ i rossoneri. Siamo attenti e pronti a questo mini torneo, siamo consapevoli che puo’ succedere di tutto". Cosi’ il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Montella, ai microfoni di Sportmediaset sul prossimo turno che vedra’ impegnati i viola in casa della Samp e i rossoneri che riceveranno gli etnei di Maran. Partite importanti in chiave Champions League, la squadra di Montella e’ a un solo punto dal "Diavolo" e da quel terzo posto che vale i preliminari. "Il nostro obiettivo e’ quello di consolidare il quarto posto in classifica, poi cercare di raggiungere il Milan – continua Montella nell’intervista concessa a SportMediaset e ripresa da Fiorentina.it -, consapevoli che dipendiamo dal loro rendimento ma anche dal nostro. Dobbiamo provare a fare il massimo. Il Milan e’ una societa’ strutturata a certe attese e non si fara’ condizionare dal fatto che la Fiorentina e’ un punto dietro". Se poi dovesse essere Europa League, nessun dramma. "Dobbiamo ancora conquistarci la qualificazione, a inizio stagione sarebbe stato un traguardo ambito e sognato". Ancora cinque partite prima di fare un bilancio, ma di sicuro la squadra gigliata e’ stata tra quelle che ha espresso il miglior calcio in serie A. "La Fiorentina e’ stata costruita anche in sede di mercato per giocare a calcio, abbiamo una nostra identita’ e mettiamo in campo le nostre caratteristiche, vogliamo sempre fare la partita. Con il Torino sul 3-1 abbiamo smesso di giocare, poi sul 3-3 abbiamo ricominciato a far gioco dal portiere". 

Montella e’ uno degli allenatori emergenti, finora ha fatto sempre e solo bene e anche le grandi lo sanno bene, ma lui e’ pronto a proseguire la sua avventura a Firenze. "Contratto a lungo termine? Ancora non me l’hanno proposto, vediamo se arriva…", se la ride l’ex attaccante che a proposito di punte parla di Stevan Jovetic. "Ha doti indiscusse, qualita’ incredibili, e’ un giocatore completo che non si e’ ancora espresso al massimo. Secondo me puo’ e deve ambire al massimo". Intanto sta facendo benissimo Ljajic. "Lui e’ gia’ una certezza per noi, non e’ che andra’ a prendere il posto eventualmente di JoJo qualora dovesse andar via. Puo’ ancora crescere molto, non si deve accontentare e deve avere continuita’". E intanto Giuseppe Rossi continua a fare progressi. "Sicuramente tornera’ forte come prima, quando non lo so. Non bisogna avere fretta, stare attenti e non rischiare. Speriamo di vederlo in campo anche nell’ultima partita".