Calcio, finale show in B: quante chance di promozione

at Sport Well Center on July 7, 2011 in Malles Venosta near Bolzano, Italy.

Un campionato che alla penultima giornata deve ancora esprimere i principali verdetti si prepara a vivere 90′ minuti bollenti, in un incrocio di ben 36 possibili combinazioni, probabilmente un record, tra zona promozione e zona retrocessione. Per trovarlo non occorre andare all’estero, perche’ si tratta della serie B italiana, tenuta di solito in ombra dal campionato principale ma decisa a tornare centrale nel panorama del calcio italiano. Il finale ‘da brivido’ ha accentuato l’interesse sul campionato cadetto, che nelle ultime giornate ha registrato quasi il raddoppio della media spettatori per partita, da cinquemila a novemila circa, mentre la Lega lavora al futuro anche nell’impiantistica con il progetto ‘B Futura’ dedicato ai nuovo stadi che sara’ presentato domani a Roma.

Se domenica in serie A ben sei partite su dieci saranno ‘inutili’, e le altre riguarderanno l’accesso ad un posto in Champions e uno in Europa League, il giorno precedente gli appassionati della serie cadetta avranno modo di godersi un bel numero di scontri decisivi per promozione e salvezza, tutti accorpati in un unico orario, alle 16,30. Le quattro squadre prime in classifica saranno impegnate in 2 appassionanti scontri diretti (Sassuolo-Livorno e Verona-Empoli), cosi’ come per due delle inseguitrici (Varese e Brescia), che lottano ancora per raggiungere i play off. In fondo alla classifica, gia’ condannate alla Lega Pro Grosseto e Pro Vercelli, sono quattro le formazioni che lottano per evitare o la retrocessione diretta o l’accesso ai play out (Ascoli, Vicenza, Cittadella e Lanciano).

In vetta, sono nove i possibili finali, con Sassuolo e Verona – i veneti sono in vantaggio su tutte le rivali negli scontri diretti – ad avere le maggiori possibilita’ di salire subito in serie A. Una sola combinazione di risultati (vittorie del Verona e del Livorno) consentirebbe la promozione diretta anche dei toscani, annullando i play off. Lo spareggio riguarderebbe le quattro squadre classificate dalla terza alla sesta posizione e per accedervi un derby lombardo ‘fratricida’ tra Brescia e Varese con le Rondinelle condannate a vincere.

In coda, Ascoli e Vicenza, appaiate a 41 punti, lottano per non finire direttamente in Lega Pro e per restare entro i cinque punti di distacco da Lanciano e Cittadella (insieme a quota 47), obbligando una delle due ai playout. Il programma dell’ultima giornata propone due delicati scontri diretti: Cittadella-Ascoli e Vicenza-Reggina: se Vicenza ed Ascoli dovessero vincere, o comunque almeno una di esse, ci sarebbero i playout. A rischio anche il Lanciano, che sara’ di scena in casa del Novara, gia’ sicuro del biglietto-playoff. In soli 90′, dopo ben 41 giornate, si decide per tante squadre il destino di una stagione.