Brasile, ragazza ventenne vende il figlio per 50 euro e finge rapimento

''La madre ha confessato di aver affidato il figlio ad una donna in cambio di 200 reais (circa 50 euro) perchè si trovava in un momento di forte difficoltà economica''

Una ragazza di vent’anni, brasiliana, è stata denunciata dalla polizia per aver venduto per 50 euro il suo bambino nato da pochi giorni del quale aveva falsamente denunciato il rapimento da parte di una sconosciuta in un mercato ed aveva poi chiesto aiuto sui social network per ritrovarlo.

”La madre ha confessato di aver affidato il figlio ad una donna in cambio di 200 reais (circa 50 euro) perche’ si trovava in un momento di forte difficolta’ economica”, ha detto Jose Carlos Fernandes, commissario della polizia di Campinas, citta’ nell’entroterra dello stato di San Paolo, dove il bambino, nato 28 giorni fa, e’ stato ritrovato dagli agenti.

L’acquirente del neonato, una donna di 34 anni con precedenti per traffico di minori, e’ stata arrestata e trasferita in carcere, ha rivelato la polizia. La giovane madre aveva finto il sequestro del piccolo ed aveva poi chiesto aiuto sui social network, che avevano fatto da cassa di risonanza alla notizia fino a farla diventare un caso nazionale.

Il neonato e’ stato affidato ai servizi sociali e la giovane mamma denunciata a piede libero.