Oggi ad Amatrice ha riaperto lo storico Forno Marini. Si trova presso il centro commerciale ‘Il Corso’, realizzato dalla Regione Lazio per ospitare le attivita’ delocalizzate a causa del sisma. Nato nel 1955 da un’idea di Enrico Marini sulla via principale del paese, e’ stato il primo forno di Amatrice, rigorosamente a conduzione familiare.

Dopo il sisma del 24 agosto dello scorso anno, a causa del quale ha perso la vita la madre di Enrico Maria Marini, l’attivita’ e’ rinata ed e’ pronta ad accogliere nuovi clienti con prodotti esclusivamente di produzione propria che negli anni hanno reso famoso il Forno.

Tornera’ anche la ‘Pizza scrocchiarella’ amatriciana al rosmarino, alle olive e al peperoncino, fiore all’occhiello dell’azienda. Il forno produce anche biscotteria assortita, pane e Pizza a lunga lievitazione, panettoni artigianali, classici e al cioccolato.

A portare avanti l’attivita’ nella nuova sede provvisoria sara’ Enrico Maria Marini insieme alla moglie Fabiana che hanno scelto di ricominciare una nuova vita nella loro terra insieme alla loro bambina, Benedetta Louise, nata due mesi fa.

Amatrice prima e dopo il terremoto

Con gli anni il forno Marini, prima del terremoto, era diventato il punto di riferimento per gli abitanti e per i turisti. Nel 2013 l’attivita’ era stata rilevata dal figlio, Enrico Maria Marini, promuovendo una politica di rinnovamento, sia negli strumenti che nella scelta di materie prime di qualita’, puntando su prodotti biologici e a chilometri zero. Ora, con la riapertura, certamente il Forno potrà tornare a offrire le proprie prelibatezze ai tantissimi clienti che, ne siamo sicuri, non vedono l’ora di assaggiare le prelibatezze targate Marini.