Albano, tornano i Carmina Burana – di Beatrice Boero

I Carmina Burana ritornano in una versione inedita. La kermesse, Carmina Burana nella tradizione popolare- Concerto per coro, due pianoforti, percussioni, strumenti e voci naturali-avrà luogo giovedì 13 agosto, alle ore 21, in via dell’anfiteatro romano, 40, ad Albano.

Si tratta di un progetto di Nando Citarella, con la direzione musicale di Renzo Renzi. Un rendez-vous da non perdere, per tutti gli appassionati musicofili, che potranno assistere ad una versione nuova ed originale dei Carmina Burana di Carl Orff per coro, due pianoforti, percussioni, strumenti e voci naturali.

L’idea di Nando Citarella ha voluto dare corpo ad un grande ensemble composto da oltre cento persone tra cantanti, musicisti, solisti. L’intento è quello di dare vita ad un concerto innovativo che traccia un ponte tra storia e tradizione. Una liason tra musica colta e popolare, che si dipana cogliendo suggestioni della più varia provenienza. Si attingono mondi musicali diversi e dialetti del nostro Sud, si riportano i canti religiosi o profani, scherzosi, blasfemi o mistici che compongono i Carmina alla dimensione originaria.

Con la direzione musicale del maestro Renzo Renzi, sul palco dell’Anfiteatro Festival si esibiscono  il Coro Lirico Italiano, il Coro della Scuola Popolare di Musica di Testaccio e il Coro Sabbatini di Albano. E ancora i pianisti Monaldo Braconi e Desiré Scuccuglio, il Maurizio Trippitelli Percussion Ensemble e l’Ensemble Cymbalus. Infine partecipano il soprano Arianna Miceli e il baritono Massimo di Stefano. 

Le voci naturali sono di Gabriella Aiello, Nando Citarella, Barbara Eramo. I musici sono Pietro Cernuto (friscaletto, ciaramella, zampogna, voce), Gabriele Coen (clarinetto, flauto), Carlo Cossu (violino), Giovanni Lo Cascio (percussioni), Mauro Palmas (liuto cantabile, mandola, voce), Stefano Saletti (oud, lauta, chitarra, bouzouki, voce), Pejman Tadayon (bamtar, ney, saz, voce).