Tartufo bianco, svolta nei prezzi: -25%, era arrivato a 6mila euro al chilo

Il ridimensionamento delle quotazioni riguarda tutte le mostre, le sagre e le manifestazioni dedicate al tartufo ancora in corso lungo tutto lo Stivale

Buone notizie per gli amanti del tartufo e per i ristoratori in particolare. Calano i prezzi del pregiato tubero, fino a un -25%. Una svolta per il tartufo bianco, grazie alle abbondanti piogge di novembre, che a inizio del mese valeva 6mila euro al chilo.

Il ridimensionamento delle quotazioni riguarda tutte le mostre, le sagre e le manifestazioni dedicate al tartufo ancora in corso lungo tutto lo Stivale che – precisa la Coldiretti – coinvolgono in Italia circa 200.000 raccoglitori ufficiali che riforniscono negozi e ristoranti, per un business stimato attorno al mezzo miliardo di euro, tra fresco e trasformato.

Coldiretti spiega che il deciso cambiamento si è verificato proprio quando le speranze di buongustai e cercatori sembravano svanire, perché il tartufo bianco risultava praticamente introvabile.