‘Giovani italiani vanno all’estero per sfuggire al renzismo’

"Renzi puo’ anche continuare a raccontare che l’Italia e’ in ripresa, che il Pil cresce alla grande e che stiamo per uscire dalla crisi, ma quella cifra, il +8,2 per cento in piu’ rispetto all’anno precedente di italiani, in gran parte giovani, che lasciano il paese, descrive un’altra realta’ che deve preoccupare innanzitutto il presidente del consiglio". Lo afferma Lelio Alfonso, coordinatore di Italia Unica, commentando l’ultimo rapporto Istat sull’emigrazione italiana.

"Oggi l’Istat ci dice che in pochi anni il numero degli italiani in fuga e’ raddoppiato: significa che decine di migliaia di persone preferiscono altro all’Italia delle promesse e scelgono la concretezza della Germania o della Gran Bretagna. Ma c’e’ di piu’ – conclude Alfonso – il nostro paese non e’ piu’ attraente neanche per i migranti internazionali, che sono il 3 per cento in meno rispetto a due anni fa. E un paese in cui i connazionali che decidono di tornare sono in numero molto inferiore a quello degli emigranti non e’ un paese che possa guardare sereno al futuro. Comunque la pensi, o racconti, il presidente del consiglio".