Legge elettorale, Di Biagio (Ce): “Aprire a residenti in Italia svilisce la ratio del voto estero”

“Oggi una modifica che consenta anche ai residenti in Italia di essere candidati ed eletti nella circoscrizione estero non ha ragion d'essere, a meno che…”

Sen. Aldo Di Biagio, Ce

“Quanto sta accadendo in commissione Affari costituzionali della Camera con l’approvazione dell’emendamento che precisa le norme sulle circoscrizioni estero rischia di svilire la ratio che aveva portato a introdurre il voto per gli italiani all’estero”. Lo dichiara il senatore Aldo Di Biagio, eletto nella ripartizione estera Europa.

“La norma per la quale ai residenti in Italia non è consentito candidarsi nella circoscrizione estero è stata il fulcro ed il discrimine per l’approvazione della legge sul voto estero. Oggi una modifica che consenta anche ai residenti in Italia di essere candidati ed eletti nella circoscrizione estero non ha ragion d’essere – conclude Di Biagio -, a meno che non si voglia pensare a qualche favore o debito da saldare”.