Barcellona vive ancora momenti di paura, il mondo interno guarda a ciò che sta accadendo in Spagna e si commuove, pregando per le persone colpite nell’attentato terroristico. Il cordoglio della politica italiana è unanime, così come lo sdegno.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni su Twitter: “Barcellona splendida e amica è sotto attacco. Italia vicina alle autorità locali e spagnole. Pensieri rivolti alle persone colpite”. Angelino Alfano, ministro degli Esteri, parla di dolore “per orribile attacco al cuore dell’Europa”.

“Vicina a Barcellona e ai parenti vittime di questa orrenda strage islamista. La nostra resistenza sarà più forte della ferocia terroristi”, sottolinea la presidente della Camera, Laura Boldrini. “Vicini alla Spagna, al Popolo spagnolo, ai cittadini di Barcellona e soprattutto ai familiari delle vittime e dei feriti coinvolti nell’attacco terroristico di oggi”, la grafica pubblicata sui profili social di Forza Italia.

“Non vivremo nella paura, ameremo ciò che odiano”è invece il tweet pubblicato dal Pd. Anche il Movimento 5 Stelle esprime “cordoglio e vicinanza alle persone colpite dal terribile attentato compiuto nel pomeriggio a Barcellona. Siamo vicini al popolo spagnolo, alle vittime e alle loro famiglie”.

Attentato a Barcellona, furgone sulla folla: morti e feriti [VIDEO, immagini scioccanti!]

Durissime le parole pronunciate dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini. “Preghiere, minuti di silenzio e gessetti colorati non bastano più! Schiacciare questi vermi, senza pietà”, scrive. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “Ancora sangue innocente versato in Europa dai soliti vigliacchi terroristi. Basta silenzio e basta omertà. I nostri nemici non sono solo questi fanatici ma anche chi predica l’integralismo islamico alla luce del sole con la benevola compiacenza di chi ci governa”, il suo pensiero.

Dal Vaticano Papa Francesco esprime “grande preoccupazione” per l’accaduto esprimendo “la sua vicinanza a tutto il popolo spagnolo, in particolare ai feriti ed alle famiglie delle vittime”.

La Farnesina lavora a stretto contatto con le autorità spagnoli e le istituzioni diplomatiche italiane locali. Nelle ultime ore dal ministero degli Esteri trapela un “rischio coinvolgimento” da da parte di uno o più italiani nell’attentato, ma ancora non è chiaro di cosa si stia parlando. In situazioni del genere è sempre molto importante dare le informazioni corrette, quelle necessarie, senza creare allarmismi inutili.

Sempre fonti della Farnesina specificano comunque che il rischio di italiani coinvolti non significa necessariamente che vi siano connazionali fra i morti.

Tra i tanti interventi, registriamo anche quello di Virginia Raggi: “Roma – dichiara il sindaco – è vicina ai cittadini di Barcellona. Restiamo uniti”.

SEGUI ITALIACHIAMAITALIA SU FACEBOOK, PER TE CONTENUTI ESCLUSIVI