Governo, il MAIE dice sì a Conte. E Merlo parla di italiani all’estero in Senato [VIDEO]

“Siamo all’opposizione dal 2008, ma questa volta vediamo che questi argomenti sono stati inseriti nel contratto di governo e che si parla di una seria politica per gli italiani all'estero"

Sen. Ricardo Merlo, fondatore e presidente del Movimento Associativo Italiani all'Estero - MAIE

Ricardo Merlo, senatore e presidente del MAIE, annuncia nell’Aula del Senato il voto favorevole alla mozione di fiducia per il governo Conte e ancora una volta, unico tra i 18 eletti all’estero, parla di italiani nel mondo nella massima istituzione democratica italiana, il Parlamento. E lo fa in diretta tv a livello nazionale.

“Abbiamo apprezzato – spiega – il riferimento che nel programma di governo e’ stato fatto agli italiani all’estero“. “Noi siamo all’opposizione dal 2008 – racconta – perche’ non c’e’ mai stata una politica seria nei confronti dei 5 milioni di italiani che vivono fuori dai confini italiani”.

“Per rinnovare un passaporto si deve aspettare un anno”, insiste il presidente del MAIE, che elenca nel suo intervento il lungo elenco di difficolta’ che deve affrontare chi risiede all’estero come quello della “lunga trafila” che si deve fare per poter parlare con qualcuno delle istituzioni o come l’Imu che grava sulla seconda casa.

“Noi italiani nel mondo siamo rimasti gli unici a pagare l’Imu sulla nostra prima e unica casa in Italia”, sottolinea l’eletto oltre confine.

Italiani nel mondo, Merlo (MAIE): “Io sottosegretario agli Esteri? Non ne so niente”

“Questa volta invece – spiega Merlo – vediamo che questi argomenti sono stati inseriti nel contratto di governo e che si parla di una seria politica per gli italiani all’estero”.

IL PREMIER CONTE PARLA DI VOTO ALL’ESTERO NEL SUO INTERVENTO: GUARDA IL VIDEO

In piu’, il senatore si dice convinto del fatto che “per rafforzare l’Europa bisogna riformarla da dentro”. “Ed e’ per tutti questi motivi – annuncia – che noi voteremo la fiducia a questo governo”.