Un’altra uscita delirante di Chef Rubio

Gli USA sono stati apostrofati come "terroristi" e gli Israeliani come "nazisti". Deve essere ricordato che il personaggio è stato denunciato dalla comunità ebraica per istigazione all'odio razziale

In questo periodo di quarantena, Chef Rubio (al secolo Gabriele Rubini) non ha perso occasione di fare parlare di sé. Su “Libero”, vi è un articolo che parla di lui. Egli ha scritto un post su Twitter nel quale ha insultato il governo, gli USA ed Israele. Ora, che questo governo sia criticabile è un dato di fatto, anche perché ha commesso degli errori molto gravi riguardo alla gestione della questione del Coronavirus, ma apostrofarlo con i termini usati da Chef Rubio è troppo. C’è un limite ad ogni cosa.

Gli USA sono stati apostrofati come “terroristi” e gli Israeliani come “nazisti”. Insomma, non si è visto nulla di nuovo, visto che il personaggio in questione non è noto a certe uscite quantomeno deliranti. Evidentemente, questa persona non ha altro da dire, visto che ora non è più nemmeno in televisione.

Deve essere ricordato che il personaggio è stato denunciato dalla comunità ebraica per istigazione all’odio razziale. Forse, invece di scrivere certe cose, Chef Rubio farebbe bene a dare il suo contributo in questa battaglia contro il Coronavirus.