Umbria, il temporale diventa un ciclone

Non so quanto durerà il Conte 2, certo che più i giallorossi perdono più si attaccano ancora di più al loro potere ben sapendo che quando si voterà lo perderanno

Si pensava che le elezioni in Umbria potessero diventare un brutto temporale per il governo, ma si sono rilevate un autentico ciclone visto che raramente l’elettorato è mai stato così chiaro, netto e categorico e – soprattutto – è ritornato a votare in massa pur di poter esprimere il proprio pensiero.

Certo l’Umbria non è tutto il Paese, ma i sondaggi sono chiari (e confermati) anche a livello nazionale: questo governo rappresenta una maggioranza parlamentare che non ha assolutamente una maggioranza popolare.

Non so quanto durerà il Conte 2, certo che più i giallorossi perdono più si attaccano ancora di più al loro potere ben sapendo che quando si voterà lo perderanno nettamente.

Oltretutto Conte è stato di una ingenuità disarmante trasformando una campagna elettorale regionale in “nazionale” e la foto di venerdì scorso con la maggioranza schierata è diventata il simbolo della loro sconfitta. “Una genialata” – ha commentato ironicamente Matteo Renzi – e per una volta devo dargli pienamente ragione.