Tajani: “Governo non può cadere sui balneari, troveremo una soluzione”

"Fusione con la Lega? No, no, noi siamo fieri della nostra identità, siamo parte del Ppe". I rapporti con la Meloni e Fdi? "Ci sono cose su cui non c'è identità di vedute"

“Il governo non può assolutamente cadere per la questione balneari. Come l’abbiamo trovata per il catasto, troveremo una soluzione anche sui balneari”. Così il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, a Coffee Break su La7.

“Fusione con la Lega? No, no, noi siamo fieri della nostra identità, siamo parte del Ppe”. Quanto a un possibile ingresso della Lega nel Ppe Tajani ha risposto che “è Salvini che deve decidere, è una scelta che deve fare la Lega”.

I rapporti con la Meloni e Fdi? “Ci sono cose su cui non c’è identità di vedute” ma il centrodestra, ha concluso, va alle elezioni amministrative “unito in 21 città capoluogo su 26: nelle restanti cinque ci ritroveremo al ballottaggio, si troverà un accordo come è sempre stato”.

Antonio Tajani archivia poi tra le notizie “false e totalmente infondate, strumentali e finalizzate a creare danni a Forza Italia e aiutare il Pd” le voci di un intervento contro il ministro Mariastella Gelmini dopo i suoi ultimi distinguo sulla linea del partito: “Nessun pressing, sanzione o idea punitiva”, assicura.

“La linea e’ chiarissima: Berlusconi e’ un uomo di pace e si augura che si possa arrivare a un accordo tra Putin e Zelensky, come si augurano tutti”, non c’e’ “alcun tentennamento sulla nostra linea europeista, atlantista e vicina agli Stati Uniti”.