Storace, pronto a candidarmi alle primarie per sindaco di Roma

WCENTER 0XNBAJVFMP Il leader nazionale de La Destra Francesco Storace alla convention del suo partito al teatro Olimpico di Roma, 09 dicembre 2012. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Francesco Storace, leader de La Destra, è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus. Primarie centrodestra a Roma. “Soprattutto a Roma il centrodestra avrebbe tutto l’interesse a convocare il popolo per le primarie – ha affermato Storace -. Alle elezioni di Roma non vincerà chi otterrà la maggioranza dei voti, ma semplicemente chi porterà la minoranza più numerosa alle urne. Questo lo si fa motivando le persone ad uscire di casa e ad andare alle urne”.

Gasparri ha detto che per eleggere i leader di partito ci sono i congressi, non le primarie dove votano anche i passanti. “All’interno del partito Gasparri non ha tutti i torti – ha spiegato Storace -, perché in fondo sono affetti interni. Io sto parlando di candidature per le amministrazioni, sono cose diverse”.

Storace si candida alle primarie. “Penso di avere l’energia necessaria per fare questa competizione – ha affermato Storace -. Se poi alle primarie ci sarà un candidato che avrà le mie stesse idee, che ritiene di avere più chance di me, ci si misura sul programma e si decide. Però bisogna far partire il meccanismo, se no non si decide mai. Marchini? Non lo giudico il male assoluto, deve scegliere da che parte stare e se partecipare alle primarie del centrodestra o meno. Se Marchini stesse dalla nostra parte mi farebbe piacere. Meloni? E’ un’ottima risorsa del centrodestra, però l’ultima volta che l’ho sentita mi ha detto che non ci pensava nemmeno a fare il candidato sindaco. Forse ha paura di scottarsi a governare Roma… Io questa paura non ce l’ho”.