Sempre più salumi italiani nel piatto dei belgi

I nuovi dati di export e consumi sono stati presentati durante un prestigioso evento istituzionale a Brussels promosso da ASSICA nell'ambito del progetto “Trust Your Taste, Choose European Quality”. Oggi il Belgio è il terzo mercato più grande d'Europa

Il Belgio ama i salumi italiani. I nuovi dati su export e consumi sono stati presentati martedì a Bruselles, alla presenza di stampa, referenti istituzionali, esperti di economia e nutrizione durante un importante appuntamento dedicato a valorizzare la filiera della carne e dei salumi. “Il Belgio è un mercato molto importante per le nostre aziende, con scambi di 8.511 tonnellate e un valore di circa 100 milioni di euro nel periodo gennaio-novembre 2021. – afferma Davide Calderone, Direttore di Assica – È il terzo mercato più grande dopo Germania e Francia all’interno dell’UE ed è sicuramente uno dei paesi partner con i tassi di crescita più interessanti (+28,2% in volume e +16,9% in valore) nel 2021”. Il convegno è stato promosso da ASSICA nell’ambito del progetto “Trust Your Taste, Choose European Quality”, rivolto proprio a Italia e Belgio e co-finanziato dall’Unione Europea.

Analizzando in dettaglio i trend di consumo, si conferma la crescente attenzione del consumatore belga per i prodotti di qualità, che offrono sia un buon aspetto nutrizionale, sia una maggiore sostenibilità. “La crescita dei salumi italiani sul mercato belga nel 2021 non è infatti solo un effetto statistico legato alla ripresa dopo la pandemia (già nel periodo gennaio-novembre gli arrivi di salumi italiani in Belgio hanno superato di gran lunga i livelli pre-pandemia) ma l’inizio di una nuova fase di conoscenza e valorizzazione dei salumi Made in Italy – aggiunge Calderone -. In Belgio, come in Italia, i consumatori scelgono ciò che mangiano con sempre più attenzione e consapevolezza”, conclude il direttore.

Il convegno è stato l’occasione per presentare agli ospiti, riuniti al Museo Belvue, il progetto “Trust Your Taste, CHOOSE EUROPEAN QUALITY” che, giunto al termine della prima annualità, ha già ottenuto significativi risultati nel valorizzare le caratteristiche dei prodotti alimentari dell’UE, per migliorarne l’immagine e la percezione ed informare e educare i consumatori. Per maggiori info e approfondimenti sul progetto seguilo sui social Instagram @TrustyourTaste ChooseEUQuality, Facebook @TrustyourTastechooseEUita e YouTube nel canale dedicato Trust your Taste, CHOOSE EUROPEAN QUALITY o nel sito www.trustyourtaste.eu

Ad esemplificare perfettamente questi valori gli ospiti presenti hanno potuto degustare una selezione di salumi in rappresentanza di alcune tra le eccellenze italiane ripercorrendo idealmente l’intera Penisola: dal Prosciutto di Parma DOP alla Mortadella Bologna IGP, dal Prosciutto toscano DOP fino ai Salumi di Calabria DOP, solo per citarne alcuni di quelli presenti. Un tripudio di sapori e di gusto!

ASSICA, Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi, è l’organizzazione nazionale di categoria che, nell’ambito della Confindustria, rappresenta le imprese di macellazione e trasformazione delle carni suine. Nel quadro delle proprie finalità istituzionali, l’attività di ASSICA copre diversi ambiti, tra cui la definizione di una politica economica settoriale, l’informazione e il servizio di assistenza ai circa 180 associati in campo economico/commerciale, sanitario, tecnico normativo, legale e sindacale. Competenza, attitudine collaborativa e affidabilità professionale sono garantite da collaboratori specializzati e supportate dalla partecipazione a diverse organizzazioni associative, sia a livello nazionale che comunitario. Infatti, sin dalla sua costituzione, nel 1946, ASSICA si è sempre contraddistinta per il forte spirito associativo come testimonia la sua qualità di socio di Confindustria, a cui ha voluto aderire sin dalla nascita, di Federalimentare, Federazione italiana delle Industrie Alimentari, di cui è socio fondatore, del Clitravi, Federazione europea che raggruppa le Associazioni nazionali delle industrie di trasformazione della carne, che ha contribuito a fondare nel 1957.