Sanità, Santori (Fdi): “Dietrofront Regione su Fiumicino, grazie ai cittadini”

“Ovviamente continueremo a vigilare per garantire l’accesso a servizi fondamentali e inalienabili dei cittadini messi a rischio dall’incompetenza di questa sinistra”

“Siamo felici di aver contribuito con le nostre posizioni a scongiurare la chiusura notturna dei presidi di Fiumicino e Fregene che avrebbero sguarnito il territorio di fondamentali punti di primo soccorso. La Regione Lazio e la Asl Rm3 finalmente sono tornati sui loro passi, soprattutto dopo la mobilitazione dei tanti cittadini costretti a scendere in piazza per difendere un loro diritto, i quali anche oggi hanno protestato in via Coni Zugna. Il nostro grido di allarme era fondato ma resta l’amarezza per le scelte sconsiderate proposte dall’amministrazione Zingaretti sul fronte sanità che vengono imposte dall’alto senza alcuna condivisione né informazione. Nemmeno il Pd, partito dello stesso presidente Zingaretti, crede più al governatore se è costretto con lo stesso capogruppo in Consiglio regionale a chiedere di evitare la chiusura nonostante le affrettate precisazioni ufficiali giunte ieri dalla Regione Lazio. Ovviamente continueremo a vigilare per garantire l’accesso a servizi fondamentali e inalienabili dei cittadini messi a rischio dall’incompetenza di questa sinistra”. Così in una nota Fabrizio Santori consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia