Salvini, è giusto inseguire un ladro e crivellarlo di colpi

Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, ai microfoni de La Zanzara su Radio 24 sul caso di Ermes Mattielli, il vicentino condannato a più di cinque anni di prigione e a un risarcimento di 135 mila euro per aver ferito due ladri di etnia rom entrati nel suo magazzino, dichiara: ”Vorrei vedere i magistrati che hanno condannato Ermes Mattielli trovarsi nella stessa situazione. Spero che accada, poi ne riparliamo. Vediamo se aspettano di essere sprangati per difendersi”.

”Mattielli – dice Salvini – è un invalido civile che è stato aggredito nel suo magazzino da due nomadi entrati con da due spranghe in mano. E’ esagerato aver ferito questi due delinquenti?”. E a chi gli chiede se sia giusto inseguire un ladro e crivellarlo di colpi, "assolutamente sì”, risponde il leader della Lega, che si dice "assolutamente d’accordo" sugli sgravi fiscale per chi compra armi, "anche perché – osserva – il nostro è uno dei paesi più severi nel rilasciare il porto d’armi. In Italia ci sono un milione e mezzo di persone che detengono armi, per sport o caccia, è un settore che occupa 200 mila lavoratori in Italia”.