Renzi: l’Italia può uscire dal tunnel, no alla rassegnazione

Italian Prime Minister and Democratic Party leader Matteo Renzi addresses a press conference in Rome's Palazzo Chigi on May 26, 2014. Following yesterday European Parliamentary elections more than 40.8 percent of Italy's 27.3 million voters cast ballots for Renzi's center-left Democratic Party, almost double the 21.2 percent who chose the anti-establishment 5-Star Movement, the second-biggest party, according to official figures as former premier Silvio Berlusconi's Forza Italia party scored a low 16.8 percent of the vote. AFP PHOTO/ Filippo MONTEFORTE

Matteo Renzi, all’inaugurazione dell’ultima galleria sulla variante di valico dell’Appennino bolognese, ha detto: “Vorrei chiedervi con il cuore in mano di continuare a credere che questo Paese e’ capace di fare cose improbabili agli occhi di un’opinione pubblica rassegnata e stanca. L’Italia e’ in condizione di uscire dal tunnel della pigrizia e della stanchezza a condizione che ciascuno di noi faccia un pezzo di strada. I primi a dovere fare un pezzettino di strada sono i politici e noi del governo". Anche a questo serve lo Sblocca Italia, “a far ripartire il Paese, innanzitutto evitando che le opere pubbliche continuino a star ferme a causa di ‘sua maestà la burocrazia’".

"Tagliando questa cravatta mi piacerebbe che ciascuno di noi avesse il pensiero che l’abbattimento del diaframma abbatte anche le nostre paure. L’Italia e’ molto piu’ forte di come a volte viene descritta. Siamo molto piu’ forti dei problemi che abbiamo davanti, siamo in grado di scrivere una pagina di storia che e’ anche futuro".

Caschetto da operaio ben calcato sulla testa e giacca di nylon gialla addosso, Matteo Renzi e’ salito ad abbracciare gli operai che entravano dal lato "toscano" della galleria.

Renzi ha assicurato di impegnarsi in prima persona per i lavoratori dei cantieri sulla variante di valico dell’Appennino tosco-emiliano, che gli hanno consegnato un documento in cui denunciano il rischio della perdita del posto di lavoro, dopo il completamento dell’opera. "Vorrei dire ai lavoratori e alle lavoratrici che da lunedi’ siamo impegnati a offrire nuove opportunita’. Il lavoro che voi avete svolto – aggiunge Renzi – e’ il simbolo di questo paese, che agli occhi di tanti sta in una galleria, in un tunnel, ma che ha eccellenze straordinarie".

Con la Variante di valico "i bambini non vomiteranno più" quando in auto con i loro genitori attraverseranno l’Appennino, ha detto ancora il premier. "Abbiamo chiuso la parte delle gallerie, ma ancora non abbiamo aperto la variante di valico. Questo però è l’ultimo Natale in cui i bambini in macchina vomitano sull’Appennino… Tutti siamo in attesa che Isoradio smetta di dire ‘code Barberino-Ronco Bilaccio’. Il lavoro fatto qui cambia questo pezzo di strada e la qualità della vita delle persone".

Rispondendo a chi gli chiedeva se fosse preoccupato per le voci di dimissioni del presidente della Repubblica: “Non mi preoccupo di fare previsioni sul futuro del capo dello Stato, ma solo di fare bene il mio lavoro. Napolitano e’ una garanzia per tutto il Paese e un punto di riferimento molto importante”.