Referendum, Razzi a Renzi: “Ora sauna e massaggi”

“Sono entusiasta, anche perché a votare NO sono stati in massa gli operai, che hanno detto no a questa riforma”

Antonio Razzi

“Se fosse passata la riforma? Mi potevo fare un senato tutto mio, come dice Maurizio Crozza”. A parlare, ospite di Un Giorno da Pecora Rai Radio1, è un Antonio Razzi in grande forma, dopo la vittoria del NO al referendum.

Allora, è soddisfatto della vittoria? “Si, sono entusiasta, anche perché a votare NO sono stati in massa gli operai, che hanno detto no a questa riforma”.

Lei è un po’ il simbolo di un certo senato… “No, io sono il simbolo degli operai semmai. Io ho lavorato 41 anni in fabbrica, ho sudato 7 camicie, ho i contributi per andare già in pensione, ho già la pensione Svizzera, che scatta a 65 anni”. Ha festeggiato? “Certo, ho fatto votare no, no e no”.

Che consiglio darebbe al premier, ormai dimissionario? “A Renzi – ha aggiunto a Rai Radio1 – consiglio di farsi un bel po’ di massaggi e di sauna, che ha girato tanto per l’Italia e sarà stanco…”.