Quale centrodestra?

Oggi un elettore liberale non ha paura di votare Lega o Fratelli d'Italia perché l'Unione Europea è diventata autocratica e Forza Italia è diventata troppo blanda nel criticare tale istituzione

Quale centrodestra? Il centrodestra raccoglie in sé tante anime. Vi sono l’anima liberale, quella cattolica democristiana, quella della destra sociale. Ora, si dovrà capire come sarà il centrodestra del futuro. A guardare i sondaggi, i primi due partiti della coalizione sono la Lega e Fratelli d’Italia. Dunque, sarà un centrodestra a trazione euroscettica. Però, la Lega e Fratelli d’Italia sono cresciuti così grazie all’apporto dei liberali fuoriusciti da Forza Italia. Dunque, questi due partiti non potranno più parlare solo ai loro elettorati tradizionali, come quello della destra sociale, ma dovranno parlare anche a quegli elettori acquisiti.

Di fatto, vi è stato il cambiamento anche negli elettorati. Prima, un elettore liberale e moderato votava Forza Italia, un partito moderato ed europeista. Oggi, un elettore liberale non ha paura di votare Lega o Fratelli d’Italia perché l’Unione Europea è diventata autocratica e Forza Italia è diventata troppo blanda nel criticare tale istituzione. Effettivamente, questa Unione Europea non si è comportata bene.

Oltre all’atteggiamento autocratico, che si nota anche semplicemente dal fatto che l’unica istituzione europea realmente elettiva sia il Parlamento europeo, l’Unione Europea ha portato avanti delle politiche disastrose. Basti pensare alla questione dei vaccini.

Dunque, il centrodestra dovrà cercare sempre di avere il consenso dell’elettorato, cercando di capirne i pensieri e le esigenze. In una democrazia, infatti, gli elettori chiedono risposte e votano chi sa dare le risposte più convincenti.