Made in Italy, buyer da Europa e Asia per i gioielli italiani

Interessanti iniziative che guardano all’export e all’espansione nei mercati esteri alla 35esima edizione di OroArezzo, la fiera internazionale dedicata all’oreficeria e alla gioielleria al via domani. Per l’occasione l’Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane ha invitato 29 buyer selezionati tra grossisti, importatori, catene di negozi e network specializzati, provenienti da Azerbaijan, Bulgaria, Giappone, Indonesia, Kazakistan, Romania, Russia, Ungheria, rinnovando così la tradizionale collaborazione con Arezzo Fiere e Congressi, organizzatore della manifestazione che si concluderà il prossimo 8 aprile.

In fiera otre 500 aziende del settore, in rappresentanza delle eccellenze produttive dei principali poli orafi italiani, verranno ospitate nello spazio espositivo di complessivi 18.000 mq dove verrà presentata a migliaia di operatori professionali un’offerta che va dalla gioielleria con pietre ai gioielli in argento e di tendenza, dall’oreficeria senza pietre alle perle, dai coralli ai cammei, ai semilavorati. Una parte dell’esposizione sarà invece riservata ai saloni "Cash and Carry" per la vendita sul pronto e le macchine per la produzione di gioielli e "Bi-jewel" dedicato al mondo del bijoux e del gioiello fashion.