Le panzane grilline – di Leonardo Cecca

Alcuni partiti, in questo periodo, stanno dando il peggio del peggio del proprio bagaglio culturale e morale, bloccando con ridicole ed oziose argomentazioni i lavori parlamentari. Intendiamoci, non fanno un vero ostruzionismo, in quanto incapaci, ma solo una deplorevole gazzarra intesa non a difendere, come sostengono, la loro libertà di esprimere le proprie idee, che non hanno, ma a bloccare i lavori parlamentari. In poche parole distorcono completamente il valore della parola democrazia ed i dettami della Costituzione, in quanto per costoro le leggi non devono e non possono essere frutto di un confronto civile e, se vogliamo, anche un po’ vivace delle parti, ma devono rispecchiare solo e soltanto le proprie idee, che, come detto, non hanno; se qualcosa hanno, è solo confusione.

L’unica consolazione che ci resta in questi miasmi della "palude politica" sono alcune stravaganze che ogni tanto ci propone il partito, che, secondo il suo padrone, è il massimo della democrazia, cioè il m5s. Si tratta proprio di quel partito che con alto senso del dovere il 31 luglio scorso ha presentato alla camera un ordine del giorno inteso ad eliminare i controlli per scovare i falsi invalidi; dato che c’era, poteva anche proporre l’eliminazione, da parte dello Stato, di qualsiasi altro controllo, se non addirittura lo scioglimento delle Forze dell’Ordine.

Credo che ridicolaggine più assurda non potesse essere concepita, è da premio Nobel della panzana, ma forse l’imminente periodo di ferie ha annebbiato delle menti già non tanto lucide.

Dato che ci siamo ed anche per svagarci un po’, perchè non menzionare altre ridicolaggini uscite dal m5s: la tanto decantata cura dell’urina, la quale fa bene per tutto anche per eliminare il cancro; la ridicola e deplorevole proposta di Emanuela Corda che, alla commemorazione delle vittime di Nassirya, propose di commemorare anche l’attentatore; la lotta ai rifiuti impostata in primis con la riduzione degli stessi di almeno il 50% (forse l’altro 50% si dovrà mangiare), poi su più raccolte differenziate, riciclo, selezione e bioessiccazione fino ad ottenere uno scarto pressochè identico a quello dei termovalorizzatori (praticamente alla Fracchia si potrebbe definire "una c….a pazzesca"); la totale eliminazione delle vaccinazioni che servono solo alle multinazionali per far cassa; la messa al bando dei termovalorizzatori; il blocco delle grandi opere quando c’è necessità di lavorare; lo studio del radon per prevenire i terremoti, studio approfondito da Grillo stesso e, per finire, altrimenti facciamo Ferragosto, la supercazzola con la quale asseriscono che l’Aids non esiste.

Ebbene, panzane a parte, che potrebbero rientrare in una logica burlesca per attirare l’attenzione, come l’espressione "sarò circonciso", sarebbe auspicabile che questi disinvolti signori si studiassero, anche se ormai vetusta, la Costituzione e, soprattutto, poichè non vanno mai fuori moda, le buone regole comportamentali.