LA PROPOSTA | Ungaro (Iv): esonero IMU e TARI per gli italiani all’estero iscritti AIRE

“Ho presentato proposte emendative ad hoc al Decreto Liquidità in esame in Commissione Finanze come, ad esempio, l'esonero per gli italiani iscritti all'AIRE dei tributi IMU e TARI per il 2020”

“La pandemia del COVID19 tocca duramente anche gli italiani all’estero, che oltre alle difficoltà economiche non possono visitare i loro familiari in Italia e spesso non possono fruire dei sostegni economici del paese di residenza. Per queste ragioni ho deciso di presentare alcune proposte emendative ad hoc al Decreto Liquidità in esame in Commissione Finanze come, ad esempio, l’esonero per gli italiani iscritti all’AIRE dei tributi IMU e TARI per il 2020, compensando i comuni per il gettito mancante”. Ne dà notizia Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva, eletto nella Circoscrizione Estero-Europa.

“Gli italiani all’estero – prosegue – possono essere una risorsa per uscire dalla crisi, per questo motivo con il collega Carè abbiamo proposto di potenziare le attività delle Camere di Commercio italiane all’estero a sostegno del Made in Italy: al crollo della domanda interna dobbiamo fare un maggiore affidamento alla domanda estera e promuovere le esportazioni”.

Per gli italiani rientrati in Italia “ho proposto di rendere subito fruibile il “Fondo Controesodo”, senza necessità di ulteriori decreti attuativi, anticipando l’effetto degli sgravi per i lavoratori impatriati previsti dal ‘Decreto Crescita’ alla data di introduzione del decreto, ovvero il 30 aprile 2019 anziché 1° gennaio 2020″.