Italiani nel mondo, qualcosa si muove nel centrodestra – di Luca Dassi

Gian Luigi Ferretti, coordinatore del MAIE in Europa, da sempre uomo di destra, è stato organizzatore e promotore nei giorni scorsi di un pranzo a casa di Daniela Santanchè, Forza Italia, a cui hanno partecipato anche Matteo Salvini, leader della Lega, e Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia. C’era anche la star Marine Le Pen, FN. E Silvio Berlusconi c’era?

Ferretti, mentre sorseggia un caffè espresso seduto al tavolino di un bar a pochi passi dalla Camera dei Deputati, a colloquio con ItaliaChiamaItalia non si sbilancia: “Se c’era Berlusconi? Non mettetemi in imbarazzo”. E poi aggiunge: “Potrebbe anche darsi che in linea di massima, ad un pranzo privato in una casa privata, uno dei commensali chieda di non essere fotografato e citato per motivi di opportunità. Immaginatevi il can can su Berlusconi a pranzo con la Le Pen, lo scandalo, le reprimende del PPE…”.

Salvini e la Meloni c’erano sicuramente. Avete parlato di italiani nel mondo?

Certamente sì e a lungo. Probabilmente non era l’argomento che stava loro più a cuore, ma io, approfittando del fatto che ero l’organizzatore del pranzo, li ho costretti a ragionare sulla necessità di unire tutte le forze del centrodestra in funzione delle prossime elezioni all’estero.

E i leader del centrodestra cosa hanno detto?

Hanno capito e siamo rimasti d’accordo di vederci con una certa periodicità per portare avanti il progetto. Dalla prossima volta ci saranno sicuramente anche il Sen. Pessina che sta facendo un ottimo lavoro come responsabile di FI per gli italiani nel mondo e il Presidente del MAIE, On. Merlo. Mi farebbe piacere ci fosse anche il vostro Ricky Filosa, come direttore dell’organo di informazione più seguito dai connazionali all’estero.