Italiani all’estero, Schiavone (CGIE): “La IV Conferenza permanente ha costituito uno spartiacque col passato”

"Ora che ci siamo ritrovati e formiamo una vera squadra, siamo chiamati a valorizzare e attuare le indicazioni programmatiche scaturite dalla Conferenza e a coordinarci per superare riunioni episodiche ed estemporanee"

Michele Schiavone, Segretario Generale CGIE

Michele Schiavone, Segretario Generale del CGIE, ha inviato un messaggio a tutti coloro che hanno preso parte alla IV Assemblea Plenaria della Conferenza Permanente Stato-Regioni- Province Autonome-CGIE che si è tenuta a Roma dal 14 al 17 dicembre.

“Terminati i lavori della IV Assemblea Plenaria della Conferenza Permanente Stato-Regioni-Province Autonome-CGIE, in rappresentanza del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, desidero ringraziarla sentitamente per il prezioso contributo attivo e per il sostegno alla realizzazione dell’evento, che si è arricchito della Sua partecipazione”, scrive Schiavone.

“La IV Assemblea Plenaria della Conferenza Permanente Stato-Regioni-Province Autonome-CGIE ha definitivamente costituito uno spartiacque con il passato, avendo indicato il percorso da seguire e gli obiettivi programmatici affidati a questo organismo, che in futuro potrà avvalersi di una propria segreteria attiva e della collaborazione fattiva di tutti i soggetti che lo compongono per coinvolgere sempre di più le Comunità italiane all’estero nella moltitudine di attività promosse dal nostro Paese in Italia e all’estero”.

“Ora che ci siamo ritrovati e formiamo una vera squadra, siamo chiamati a valorizzare e attuare le indicazioni programmatiche scaturite dalla Conferenza e a coordinarci per superare riunioni episodiche ed estemporanee”.

La segreteria della Conferenza Stato-Regioni-Province Autonome-CGIE nei prossimi giorni, oltre ad aggiornare il proprio portale, pubblicherà e invierà l’intera documentazione della Conferenza con la rassegna stampa, anche audiovisiva, dei lavori svolti in plenaria.

“Consapevoli dell’opportunità che ci offre la ripartenza sociale, economica e culturale dell’Italia contiamo sulla Sua disponibilità, per far vivere questo spirito di fiducia e la spinta innovatrice delle nostre istituzioni nella quotidianità delle diverse rappresentanze italiane all’estero” conclude Schiavone.