Italiani all’estero, La Marca (Pd) a riunione viceconsoli onorari di Toronto

Proficuo e appassionato confronto sulle questioni più sentite dalle nostre comunità nelle diverse aree dell'ampia circoscrizione consolare di Toronto

Giovedì, 29 novembre, l’On. Francesca La Marca ha partecipato alla riunione di coordinamento con i Vice Consoli onorari svoltasi presso il Consolato Generale d’Italia di Toronto, alla presenza del nuovo Console generale Eugenio Sgrò. Alla riunione sono stati presenti alcuni funzionari del consolato e 5 dei consoli onorari che fanno capo al consolato di Toronto: Thunder Bay, Windsor, Sarnia, London (Ontario) e Winnipeg (Manitoba).

Dopo l’introduzione del Console generale e il saluto portato dall’On. La Marca, è stato affrontato il tema della protezione dei dati personali e si è proceduto alla consegna ai Vice consoli onorari abilitati delle valigette contenti l’attrezzatura per l’acquisizione e la trasmissione dei dati biometrici ai fini dell’accelerazione delle procedure di rilascio dei passaporti. È stata anche svolta una seduta pratica sul loro funzionamento.

I Consoli onorari, inoltre, nei loro interventi, hanno toccato anche le molteplici problematiche che ogni giorno si trovano ad affrontare nel rapporto con i connazionali.

Nel suo intervento, la parlamentare ha auspicato, pur nel rispetto dei rispettivi ruoli, un maggior coordinamento tra il consolato, i Vice Consoli onorari e la rappresentanza parlamentare, dichiarando a tale proposito la sua completa disponibilità in qualità di diretta espressione del territorio nel quale i connazionali risiedono. Un esempio positivo e concreto è dato proprio dall’attribuzione e dalla consegna delle macchinette per la raccolta e la trasmissione dei dati biometrici, per le quali lei stessa è intervenuta numerose volte per il buon esito delle operazioni.

FOTO RICORDO

L’On. La Marca ha sottolineato, altresì, l’esigenza di assicurare una più adeguata attribuzione di risorse a sostegno dell’attività dei consolati onorari, che svolgono un’opera insostituibile soprattutto nelle realtà dove esistono grandi distanze.

Un’esigenza che la parlamentare da tempo cerca di soddisfare presentando specifici emendamenti migliorativi al bilancio del MAECI, come accaduto in passato e in occasione del provvedimento attualmente in discussione alla Camera, nel quale la parlamentare ha chiesto di triplicare i fondi a disposizione per questo scopo.

L’incontro, in definitiva, si è tradotto in un proficuo e appassionato confronto sulle questioni più sentite dalle nostre comunità nelle diverse aree dell’ampia circoscrizione consolare di Toronto.